FanFiction Ben Barnes | Never Forget di __hanashi | FanFiction Zone

 

  Never Forget

         

 

  

  

  

  

Never Forget   (Letta 32 volte)

di __hanashi 

1 capitolo (in corso) - 0 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Attori Atleti AltroBen Barnes

Genere:

Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Ben Barnes - Jessica Jones

Coppie:

Ben Barnes /Jessica Jones (Tipo di coppia «Het»)

 

 

              

  


  

 Capitolo 1 

 


  

Jessica Jones adorava l’estate, credeva che starsene per ore in spiaggia al sole fosse molto rilassante...
-Jessica Jessica! - … Almeno lo era fino a poco tempo fa, prima che sua sorella minore, Isabelle, arrivasse a tutta velocità rovinando il suo momento di pace.
Sua sorella era un piccolo terremoto, non stava ferma un attimo. Era una ragazza alta, bionda e con degli splendidi occhi verdi, con un fisico da mozzare il fiato, al punto che tutti i ragazzi sulla spiaggia la fissavano con la bava alla bocca. Quando non erano in vacanza, le due fino a qualche anno fa vivevano insieme a Londra, dove la minore aveva terminato gli studi di recitazione al college.
Al contrario della sorella Jessica era un po’ più tranquilla: preferiva, ad esempio, starsene a casa a leggere un libro o guardare un film piuttosto che andare ad ubriacarsi in discoteca, come spesso faceva quella pazza di sua sorella. Jessica non si riteneva nemmeno bella quanto Isabelle ma non poteva certo lamentarsi dei suoi 170 centimetri di altezza, dei lunghi capelli castani che facevano da cornice a degli splendidi occhi azzurri.
-Belle che cosa vuoi? -
-Mentre tu eri qui a rilassarti, io sono andata a fare una passeggiata e non immaginerai mai chi ho incontrato! – Jessica aveva ancora gli occhi chiusi ma poteva benissimo immaginare la sua faccia che fremeva dalla voglia di dirle chi avesse incontrato, infatti, dopo qualche secondo non resistette e quasi le ruppe un timpano urlando: -JACK! -
- Non urlare! E poi Jack chi?
-Come chi! Jack! Jack Barnes! -
Jack Barnes era il fratello minore di Ben Barnes. Sì, proprio lui l’attore. Come faceva Isabelle a conoscerlo? Gliel’aveva presentato sua sorella poiché qualche anno prima era la ragazza di Ben.
-Ehi hai sentito quello che ho detto? Ho incontrato Jack! Inglese, alto, capelli castani, figo da far paura… Ti ricordi, me l’hai presentato tu!
-Sì Isabelle, mi ricordo. Che ci fa qui? - le chiese Jessica mettendosi seduta e indossando i suoi occhiali da sole.
-Dice che è in vacanza con la sua famiglia… C’è anche Ben, l’ho visto che parlava sulla spiaggia con suo padre e sua madre. -
Questa era la giusta punizione. Erano passati due anni da quando Ben e Jessica si erano lasciati e ci aveva messo altrettanto tempo per dimenticarsi di lui, non poteva ricomparire così. Sapeva benissimo che era stata lei a lasciarlo ma non passava giorno in cui non si fosse pentita di quella decisione. Era semplicemente scappata via, lasciando un biglietto, senza nemmeno dargli una spiegazione. Nessuno sapeva il motivo per cui prese quella decisione, nemmeno sua sorella, che considerava la mia migliore amica, o suo fratello o i suoi genitori. Nessuno. Solo lei. E ora lui era a Los Angeles, nella sua città, in vacanza con la sua famiglia, che probabilmente la odiava più ogni altra persona al mondo. Che bel modo di iniziare l’estate.
-Jess, ho un favore da chiederti? – Ecco che si metteva male. Sua sorella avrebbe potuto chiederle qualsiasi cosa essendo cotta di quel ragazzo dal momento in cui gliel’aveva presentato.
-Forza cosa vuoi? Sputa il rospo! -
-Jack mi ha invitato alla festa sulla spiaggia di stasera, ci andrà con suo fratello. Mi accompagni? Ti prego. -
-Ma sei impazzita? Non se ne parla nemmeno! – Jessica pensò che sua sorella fosse impazzita, che avesse preso un’insolazione. Come poteva presentarsi davanti a Ben dopo che l’aveva trattato in quel modo.
-Dai sorellona ti prego! Jack mi piace davvero tanto, aiutami! – iniziò a supplicare Isabelle.
-Ho detto di no! Qualche consiglio non ti basta? -
“No, ho bisogno di te. Giuro che poi non ti chiederò più favori per il resto della mia vita!”
-E va bene…Ma hai giurato! – disse Jessica giurando a sé stessa che avrebbe smesso di dargliela vinta tutte le volte.
-Ti adoro! Ora forza, vestiti! Dobbiamo tornare a casa, e prepararci! – disse Isabelle iniziando a lanciarle i vestiti a dosso. Mentre si infilava la maglia, Jessica vide che la sorella era già pronta ed era già quasi vicino la macchina, aspettando che la sorella la raggiungesse.


-Come sto? I capelli stanno bene? E il vestito? Non è troppo per una festa in spiaggia, vero? -
-Belle calmati! Sei bellissima. - Disse Jessica aggiustandole la treccia che le aveva fatto prima della festa. Isabelle indossava un leggero vestitino azzurro con le spalline e dei sandali dello stesso colore mentre sua sorella aveva scelto un vestito senza maniche bianco che arrivava al ginocchio con sandali anch’essi bianchi e nei capelli aveva un fiore bianco dalle punte azzurrine, tipo quelli che si vedevano spesso tra i capelli delle ragazze hawaiane.
-Perché ritardano? E se ha cambiato idea? – disse Isabelle in preda al panico da primo appuntamento.
-Se ha cambiato idea, vuol dire che è uno stupido e che passerai la serata con la tua sorellona! - le disse Jessica bevendo dalla cannuccia un sorso del drink che aveva ordinato
-Isabelle! – chiamò una voce dietro di loro. Finalmente i due ragazzi erano arrivati e Jessica dovette fare appello a tutto il suo coraggio per voltarsi.
-Ciao Jack! – Disse Isabelle. Jessica si voltò giusto in tempo per vedere sua sorella tra le braccia di Jack che, doveva ammettere, dall’ultima volta che l’aveva visto, era cresciuto molto. -Ti ricordi di mia sorella Jessica, vero? -
Come poteva dimenticarsene, aveva lasciato suo fratello con un bigliettino!
-Ciao. – Disse Jessica accennando un piccolo sorriso.
Poi lo vide, e tutto quello che aveva cercato di dimenticare in tutti questi anni, tornò alla memoria. Le risate, i pianti, i baci, tutti i momenti che avevano vissuto insieme e che aveva cercato di dimenticare ritornarono indietro come se non fossero mai spariti. Indossava un jeans semplice con sopra una camicia bianca. Il suo outfit preferito. Pensò che probabilmente l’avesse fatto a posta, sapeva benissimo quanto le piaceva vederlo così. Ora aveva i capelli corti e un po’ di barba sul viso, quando l’aveva conosciuto, aveva i capelli più lunghi e neanche un filo di barba. Era un semplice ragazzo che aveva appena sfondato nel mondo del cinema mentre ora era un uomo vero e proprio e a quanto pare se la sua mente l’aveva completamente rimosso, il suo cuore non aveva dimenticato nulla.
-Ok, ora è meglio che vi lasci soli. Divertitevi! – Disse Jessica lasciandosi il gruppo alle spalle non prima di aver dato un in bocca al lupo a sua sorella muovendo solo le labbra.
Jessica si diresse verso la riva, lontano dalla festa andando a sedersi sul bagnasciuga con le ginocchia al petto e con lo sguardo verso il mare. Non si erano rivolti nemmeno una parola, nemmeno uno sguardo e lei era scappata di nuovo.
Aveva bisogno di starsene da sola.
-Ciao! –
Jessica credeva stesse sognando, quella non poteva essere la sua voce, se l’era sicuramente immaginata. Si voltò verso di essa e si rese conto che non stava per niente sognando, era la sua la voce che aveva sentito.
-C-ciao. - Lo guardò sedersi accanto a lei probabilmente con la faccia di una che sembra aver appena visto un alieno. Forse non era poi così arrabbiato come pensava, forse se gli dicesse la verità sarebbe disposto a perdonarla.
-Io mi chiamo Ben. Sono il fratello di Jack. – A quelle parole Jessica pensò che c’era qualcosa che non andava. -Tu sei Jessica, vero? La sorella della ragazza di cui è cotto. -
-Si sono… aspetta! Tu non sai chi sono? - Qui c’era sicuramente qualcosa che non andava.
-Hai un viso familiare ma, no, mi dispiace, non mi sembra di averti già incontrato prima. -
-Scusami un attimo. – Disse la ragazza alzandosi come una saetta, lasciando un Ben sconcertato da quel comportamento seduto sulla riva, e correndo verso la pista da ballo, dove si trovavano Jack e mia sorella.
-Scusate se v’interrompo. - Disse prima di prendere Jack per la camicia e trascinarlo via da sua sorella. -Te lo rubo solo un momento. -
Lo portò lontano dalla pista e lontano dagli occhi di Ben, con sua sorella che li seguiva dicendole che era impazzita e cose del genere.
-Jack perché Ben mi chiede chi sono? - chiese la ragazza senza troppi giri di parole.
-Che t’importa? Sei stata tu a lasciarlo. - Non aveva tutti i torti, ma aveva comunque bisogno di sapere.
-Ti prego Jack. Lo so che mi odi per quello che ho fatto a tuo fratello, mi odio anch’io per questo, ma ho bisogno che tu mi dica perché Ben non sa chi sono. Perché se è uno scherzo, non è per niente divertente. -
-Ti saresti dovuta preoccupare prima. - Lui fa per andarsene ma lo fermò prendendogli un polso.
-Ti prego. - Continuò a supplicarlo Jessica con lo sguardo basso quasi con le lacrime agli occhi.
-Lui non sa chi sei. Non ricorda nulla di te. Ha perso la memoria. -

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.