FanFiction Lady Oscar | Adolescenza di fatacristallina | FanFiction Zone

 

  Adolescenza

         

 

  

  

  

  

Adolescenza   (Letta 1430 volte)

di fatacristallina 

2 capitoli (in corso) - 0 commenti - 0 seguaci - Vietata ai minori di 16 anni

    

 

Sezione:

Anime e MangaLady Oscar

Genere:

Romantico - Erotico - Introspettivo - Commedia

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Andre' Grandier - Oscar François De Jarjayes

Coppie:

Andre' Grandier /Oscar François De Jarjayes (Tipo di coppia «Het»)

 

 

              

  


  

 Donna  

Salve a tutti questa è la mia prima fan fiction .Ho deciso di creare una storia dove Oscar e André ,si amano sin dall'adolescenza, gli darò l'opportunità di vivere l'amore adolescenziale in tutti i suoi aspetti, con le curiosità e le scoperte ❤


  

Palazzo Jarjayes Maggio 1769

Sono passati già cinque mesi , cinque mesi dal giorno in cui tutto è¨ cambiato.

Tutte le sue certezze , le sue convinzioni..Puff....Andate in frantumi. Una vita

nella menzogna , solo per il gusto di soddisfare il sogno , di un uomo accecato

dal desiderio di dare alla luce l'erede dell'illustre famiglia Jarjayes , colui che

avrebbe portato lustro e onori Servire la Corona ...Questo era importante.

Ma tu Oscar. Piccola ninfa con un nome da uomo. Credevi davvero di essere

un maschio, eppure tra noi si cominciavano a notare alcune differenze. Io l'ho

sempre saputo, eppure per volere ma soprattutto per dovere di tutti te lo

lasciai credere... Anzi ne fui obbligato...

Ci stavamo allenando con la spada come d'abitudine, eravamo distesi sull'erba

stanchi e sudati.

-Oscar torniamo a casa rischi di ammalarti, l'aria è fredda e sei tutta sudata.

-Parla per te frignone , io sono un soldato ,i soldati non si ammalano mai! Eeectiu!!!

Ero certo che la nonna si sarebbe arrabbiata , come minimo mi avrebbe

mandato a letto senza cena ... ovviamente mi avrebbe preso a mestolate lungo

il tragitto che portava alla mia camera.

Io mi alzai cercando di convincere quella testona di tornare a palazzo, ma la sua

risposta fu un pugno dritto nello stomaco.

-Credi di essere superiore a me solo perché sei un anno più grande di me ???Eh??

Livido di rabbia ,, risposi al pugno allo stesso modo, non mi importava di farle del male

dopotutto lei non se ne era preoccupata.

La vidi accasciarsi a terra . Per sbollentare la rabbia mi allontanai e mi diressi al laghetto

per bagnarmi il capo e il viso.

amico io " pensai. Ad un tratto un urlo terrificante squarcio l'aria.

-Andreeeee' ... André aiuto sto morendooooo ti prego aiutami.

Davanti ai miei occhi si presentò un immagine colma di terrore, Oscar la mia migliore amica

Il mio rifugio l'avevo uccisa possibile mai che il mio pugno fosse stato cosi devastante, eppure

Non era la prima volta ... Cioè solitamente ci si azzuffava anche per divertirsi.

Aveva le culotte sporche di sangue , provò a immergersi un po' , ma niente continuava a sanguinare.

-Oscar cosa ti ho fatto???

I miei occhi divennero una pozza di lacrime. Dovevo stare calmo , dovevo aiutarla , la presi

In braccio e corsi a palazzo , mentre lacrime copiose bagnavano il mio viso e quello di Oscar

che quasi inerme stava poggiata con il viso sotto il mio collo.

Arrivati , chiamai subito mia nonna la quale davanti a tutto ciò fece un sospiro e un sorriso gentile.

-Bambino mio seguimi, portiamo madamigella Oscar in camera sua.

Non me loho feci ripetere due volte, una volta entrati in camera, adagiai Oscar nel suo letto ,poi la nonna

mi diede una carezza e mi invitò ad uscire dalla camera, rassicurandomi che andava tutto bene.

Mi guardai la camicia ancora sporca del sangue di lei e mi dissi che non andava affatto bene, ma la nonna

Insistette e andai in camera mia come mi disse, dopotutto Nanny vuole bene Oscar di certo era in buone mani .

Verso sera quando tutti finirono di cenare ,mi accorsi che Oscar non era scesa per la cena, quindi corsi

Spedito da mia nonna , per ricevere delle spiegazioni, e quelle arrivarono. Era diventata una DONNA ,

Avrebbe potuto sposarsi e generare figli . In quel momento ringraziai mentalmente il Generale per

Aver scelto un destino diverso per quella figlia, perché altrimenti questo avrebbe significato solo una cosa... PERDERLA.

La nonna mi diede un vassoio con due tazze di cioccolata fumante.

-Su André tesoro vai da Oscar è da stamane che è chiusa in quella camera.

-Ma se fosse ancora arrabbiata? Se c'e l'avesse con me ? Se??

-Ahhh quante storie ...vai va'.. sono certa che le farà piacere... su su .

Bussai alla sua porta e una vocina flebile mi disse entrare. Era stesa nel suo letto

con la testa sotto le coperte, sembrava un cucciolo in cerca di protezione ,come se quelle coperte

potessero fungere da armatura.

-Hey ho portato la cioccolata , se stai lì sotto come fai a berla?

-Andre' la mia vita è rovinata.

- Ma che diamine stai dicendo?? Oscar sei sempre tu , questo non può cambiare il tuo coraggio e la tua abilità.

-Andre' sono una donna!!! Una sciocca e inutile donna!! Lo capisci??

L' unica cosa che capisco è che davanti a me non c'è un essere inutile. Tu per me sei importante, ma ovviamente il mio parere non conta nulla.

Feci per andarmene quando una mano mi blocco il braccio.

-Andre' allora... beviamo la cioccolata prima che si fredda?

Mi fece spazio sul suo letto invitandomi a sedere accanto a lei , consumammo la nostra bevanda

Dimentichi di ciò che era successo ridendo e scherzando su come Nanny aveva rimproverato il garzone e per come l' aveva minacciato con il mestolo poi visto l'orario le diedi la buona notte, dirigendomi verso la porta. Una voce mi fermò

-Andre'.

-Dimmi Oscar.

-Il tuo parere è importante per me. Buona notte.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.