FanFiction Rayearth | La rosa di Sephiro di Stella_Rubia | FanFiction Zone

 

  La rosa di Sephiro

         

 

  

  

  

  

La rosa di Sephiro   (Letta 418 volte)

di Stella_Rubia 

1 capitolo (conclusa) - 0 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaRayearth

Genere:

Introspettivo - Drammatico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Emeraude

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

Ritorna la voce di Emeraude, prima della fine! Dopo tanto tempo rieccomi a scrivere, ripartendo da zero... hope u like it!


  

Non avrei mai creduto che sarebbe arrivato a tanto. Ma ero così giovane, così ingenua... eppure sapevo ugualmente l'enorme errore che stavo commettendo. Ma non posso fare nulla, non l'ho deciso io... è successo e basta.
La mia vita è stata sempre così solitaria. Fin da bambina sono stata abituata a pensare che il mio destino fosse questo, pregare ininterrottamente, pregare e basta. Dovevo negarmi ogni calore umano, dovevo negarmi anche solo il pensiero. La mia sarebbe stata una vita di doveri.
Detto così non sembra neanche una vita, lo so. Ma non ne avevo mai sentito così crudelmente il peso fino a che non è successo tutto questo. Ero sempre vissuta sola: certo, c'è mio fratello, ma non stava mai al castello e a dir la verità temevo che anche amare lui fosse un peccato. Può esistere qualcosa di più assurdo?
In sostanza si desidera che la regnante di Sephiro non sia neanche un essere umano. Si vuole che sia una macchina, qualcosa incapace di provare sentimenti, di ridere, di piangere, di arrabbiarsi perfino. E invece adesso... ho pianto così tanto che sono ormai senza lacrime.
Quando LUI entrò al mio servizio non compresi subito che cosa avrebbe significato per me. Ma forse qualcun altro lo sapeva: perché altrimenti permettere che al fianco della colonna portante, una donna, operasse un uomo? Era inevitabile che prima o poi qualcosa sarebbe accaduto.
Zagart... mio Zagart. Mi colpì subito, anche se io ero (e sono) poco più di una ragazzina, e lui invece era un uomo. Alto, prestante, dal fascino tenebroso. Si comportò fin dall'inizio in modo inappuntabile con me, rendendomi quotidianamente omaggio e restando sempre alla dovuta distanza. Non una parola di troppo usciva dalle sue labbra, non un gesto fuori posto. Un perfetto collaboratore.
E forse me ne innamorai proprio per questo. Certo, non poteva essere altrimenti... a parte il Monaco Guida Clef e mio fratello, era l'unica persona che potesse avvicinarsi così tanto a me. Vivevamo e lavoravamo insieme ogni giorno, fianco a fianco. Fu così, con i suoi silenzi, con i suoi sguardi che lasciavano sempre presagire dell'altro, che rubò il mio cuore.
Non osavo sperare che lui mi ricambiasse, ma anche se il mio cuore lo desiderava, la mia mente poteva solo agognare il contrario. Se lui avesse provato qualcosa per me la nostra rovina sarebbe stata inevitabile... ma la cosa peggiore era che non sarebbe rimasta solo la nostra. Quell'amore pericoloso, proibito, avrebbe trascinato tutto Sephiro con noi nella distruzione.
Appena mi resi conto di amarlo la paura si impossessò di me. Sapevo benissimo cosa significava: e mi ero anche resa conto che lui provava le stesse cose. Ma non immaginavo certo fino a che punto sarebbe arrivato per salvare la mia vita.
Non avrei mai creduto che arrivasse a rapirmi e a confinarmi qui, allo scopo, suppongo, di impedirmi di evocare i Cavalieri Magici. Invece ci sono riuscita lo stesso, e adesso è anche peggio, perché so che lui non si fermerà. Non si fermerà finché non le avrà uccise... o loro avranno ucciso lui.
Mio amore... non avrei mai immaginato che la tua indole potesse cambiare così tanto. Sei davvero disposto a togliere la vita a tre ragazzine innocenti, e tutto questo per l'unica colpa di amarmi. La nostra unica colpa, di amarci.
Quelle bambine... non hanno la minima idea di ciò che saranno costrette a fare. Fortunatamente hanno dovuto uccidere una sola persona, quella donna, Alcyone, ma non conta il numero di vittime: ciò che conta davvero è il sangue versato. E che orrore sarà per loro, quando scopriranno che il loro vero dovere è uccidere anche colei che credevano di dover salvare.
Sinceramente però non credevo che fossero così in gamba. Da una parte la cosa mi rende felice... non mi sarei mai perdonata di aver messo a rischio le loro vite. Ma ho anche paura. Non per me, ma per il mio amore, e per il mio mondo, che cosa ne sarà di Sephiro quando io sarò scomparsa?
Sono state tanto abili, e convincenti, da portare dalla loro parte due dei nemici mandati contro di loro da Zagart. E hanno ricondotto alla ragione il mio fidato Lafarga, anch'egli plagiato per lo stesso scopo. Nessuno di loro ha subito danni.
Ma adesso... LUI ha deciso che l'ora della battaglia finale è giunta. Loro sono qui per me, per salvarmi, e invece periranno nel tentativo... oppure ci uccideranno entrambi.
Non c'è più speranza, per me. Senza Zagart non voglio vivere, e del resto per questo mondo sono ormai inutile. È dunque ora che la principessa da salvare si mostri per quello che è realmente.
Sono desolata per tutto il dolore che ho arrecato, Cavalieri Magici... ma adesso dovrete affrontarmi e uccidermi, se non volete che io uccida voi.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.