FanFiction Ayashi no Ceres | La nuova Tennyo di elie_chan92 | FanFiction Zone

 

  La nuova Tennyo

         

 

  

  

  

  

La nuova Tennyo ●●●○ (Letta 1091 volte)

di elie_chan92 

1 capitolo (in corso) - 3 commenti - 1 seguace - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaAyashi no Ceres

Genere:

Drammatico - Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo 1 

La bambina di Aya e Toya è finalmente nata, passati quattro anni Toya muore e alla piccola succede qualcosa di strano...


  

Questa è una delle mie prime ff, spero che vi piaccia, se lasciate un commento mi fate un piacere, così saprò cosa migliorare, potete anche mandarli via email: yaya_2503@email.it

Legenda delle abbreviazioni

s=Suzumi

A=Aya

Y=Yuhi

T=Toya

K=Kyu

C=Ceres

M=Madre di Aya

D=Dottore



S.Yuhi! E'nata! E' una bambina!

Y.Davvero? Andiamo subito da Aya, preparerò un pranzetto coi fiocchi!

K.Aspettatemi guido io!

S.Kyu...non potrebbe guidare Yuhi? Ha appena preso la patente e deve fare pratica...

K:Buaaa! Eppure quando sono arrivata vi complimentaste per la mia bellezza e la bravura nella guida!

S.Y.Quando mai??

K.Waaaaaaaa!

S.D'accordo guida tu, basta che ti sbrighi!

K.Grazie, grazie signora!



Intanto sull'isola di Hackijo...(non mi ricordo bene il nome Nda Autrice degenere! Ndtutti)



D.Allora, come la chiamiamo?

T.Beh, avremmo pensato a Ceres...

D.Ceres? Come l'antica dea dei romani?

A.Diciamo di si.

D.Diamo buono Ceres?

T.Si.

D.Io vado, se avete bisogno di me non dovete che chiamarmi.

A.Grazie dottore.

D.Di niente, a proposito, ha chiamato un certo Yuhi che ha detto che sta venedo qui con tua madre. E uscì dalla stanza.

T.E' proprio una bellissima bambina.

A.Si.Sai, mi sembra uguale a Ceres...

T.Beh, tu sei una discendente diretta e anch'io in un certo senso...ma adesso riposati, ci penso io alla piccola.

A.Grazie. Toya gli diede un bacio a fior di labbra e lei, dopo aver chiuso gli occhi scivolò in un profondo sonno ristoratore.

Toya guardava la bimba, era davvero il ritratto di Ceres: due occhi dorati dello stesso colore di quelli della tigre che scrutavano il mondo, i pochi capelli di un blu scuro, una piccola boccuccia sorridente, due manine piccole piccole; si, era proprio un amore di bambina. Peccato che non l'avrebbe vista crescere, gli sarebbe potuto stare accanto solo durante i primi anni dell'infanzia, forse nemmeno quelli, gli mancava già quel piccolo fiore di campo, tanto fragile e piccolo che gli faceva un dolcissimo sorriso...

Toc toc...toc toc.

S.Aya, Toya possiamo entrare?

T.Certo entrate pure! Poi, rivolto ad Aya, scuotendola dolcemente: Amore svegliati, sono arrivati!

Y.Ciao Aya, come va?

A.Bene, sono solo un po'stanca.

M.Aya, piccola mia. Posso prenderla in braccio?

T.Certo, prendila pure.

S.A proposito, che nome le avete dato?

A.Ceres, Ceres Mikage.

Y.Effettivamente è uguale alla Tennyo...

M.Ciao piccola Ceres, sei proprio un amore. La nonna ti vuole tanto bene, sai?

Suzumi che guardava la scena era un po'impallidita e aveva gli ochhi pieni di lacrime...

Y.Suzumi, tutto bene?

S.Si, è solo che...mi ricorda tuo fratello e il piccolo, è solamente un po' di malinconia, non vi preoccupate.

M.La vuoi tenere un po' tu?

S.Posso?

A.Certo Suzumi. Anzi, volevamo chiedere a te e a Yuhi se potreste fargli da zii...vogliamo che abbia il calore di una famiglia e visto come si è comportata la sua...

S.Ehi Ceres, per me sarà un onore farti da zia!

Y.Aya...

A.Si, Yuhi?

Y.Se ti ricordi avevo detto che la mia famiglia poteva essere anche la tua e questa vale anche per la piccola.

T.Grazie di tutto. Come vi ho già detto, io probabilmente non vivrò più di cinque anni, quindi vi prego di dare una mano ad Aya ad occuparsi di Ceres quando io non ci sarò più.

Y.Ma...Toya non parlarne adesso! E non davanti ad Aya!

A.No, TOya ha ragione, siamo consapevoli entrambi di quello che accadrà. Meglio parlarne adesso e togliersi il peso dalle spalle, per sempre.

M.Toya, ti assicuroche se un giorno verrai a mancare da me ci sarà sempre posto per Aya e per mia nipote.

S.Tranquillo, come ha detto Yuhi tutti noi siamo una famiglia e quindi non le lasceremmo mai sole.

T.Grazie, grazie di cuore.

A.Ma dov'è Kyu?

M.Aya perchè non vieni a vedere?

A.Dove?

Y.In salotto, vi aspettiamo lì.

S.Toya, prendi la bimba.

Dopo essersi cambiata Aya con in braccio Ceres, sorretta da Toya andò in salotto...un grande striscione campeggiava nella stanza, bianco e rosa, con su scritto "Benvenuta al mondo piccola Ceres!!!"; sotto di esso, su un tavolo stavano una gigantesca torta ricoperta di glassa bianca con decorazioni di zucchero e due pacchettini.

A.Ma come facevate a sapere che nome le avremmo dato?

S.Diciamo che me l'ha detto una Tennyo...

K.Non aprite i pacchetti? Quello più piccino e da parte mia e della famiglia Aogiri, mentre l'altro...

M. è da parte della nonna!

A.Toya, li apri tu?

T.Va bene. E scartò i due pacchetti: in quello più piccino c'era una collana con un medaglione portaritratto d'oro, sul coperchietto c'era intarsiato il nome Ceres, mentre all'interno c'era una foto della Tennyo; nell'altro c'era un magnifico abitino fatto a mano.

A.Sono bellissimi, non ho parole! Vi ringrazio, spero che piaceranno così tanto anche a Ceres, ma che dico! Sono sicura che gli saranno graditi!

Y.Sono contento che ti piaccia! Eravamo un po indecisi, ma poi ci siamo convinti che un regalo del genere era il più adatto!

A.Mamma, qunto ci hai messo per farlo? E' stupendo, con tutte queste piegoline e bottoncino...è magnifico!

M.Grazie Aya. E' un po' in crescere però!

A.Aspettate, Ceres si è addormentata, la porto di sopra a fare la nanna!

Quando Aya tornò di sotto mangiarono la magnifica torta preparata da Yuhi (daaaai, me ne date un pezzettino? Nda No, no, no! Tu sei l'autrice e qui non centri, pensa scrivere piuttosto NdSuzumi Sob Nda), poi parlarono ancora un poco, infine quando gli ospiti se ne andarono si ritarono di sopra, diedero un bacio alla bambina e stanchi ma felici di essere finalmente in tre si addormentarono.



Quattro anni dopo...



T.Aya, mi sento molto più debole del solito, sento che le forze mi stanno lasciando...per favore chiama Cerechan, è giunta l'ora di raccontarle tutto.

A.Ma capirà? E' ancora molto piccola...

T.Si, è una bambina intelligente, chiama anche Yuhi e gli altri, ti prego!

A.Certo amore, ma non stancarti troppo per favore.

Toc toc...toc toc

C.Pappàa, non ttai benne?

T.Non molto piccolina. Ora siediti che ti racconto una storia, una storia vera.

C.D'accoddo.

Così, Toya iniziò a narrare la storia dal principio, dalla scesa della Tennyo sulla terra fino ad arrivare a quando lui aveva restituito l'hagoromo. la sacra veste piumata a Ceres; finito di raccontare le diede il medaglione.

C.Pappàa, quetto vuolle dire che tla pocco tu chidelai gli occhi pel semple? Che non ti sveglelai mai ppiù?

T.Si, piccola mia. Mi dispiace molto ma è così.

Alla piccola stavano venendo le lacrime agli occhi...

C.Ma...ma io non voiio, io voiio che il mio pappàa lesti con me, sniff sniff.

T.Sù, ora vai da mamma che ti darà la colazione.

C.Sniff, d'accoddo vado.

Che tristezza sapere che era una delle ultime volte che avrebbe visto Ceres, la sua piccina. Era proprio un amore, con lunghi capelli blu scuro con riflessi violacei, grandi occhi dorati che guardavano il mondo, adesso velati da un ombra di tristezza, ornati da lunghe ciglie nere e una piccola bocca, come un bocciolo di rosa e le guanciotte rosso fragola. Con questi pensieri Toya si assoppì.

Venne svegliato qualche ora più tardi da Aya...

A.Toya svegliati! Sono arrivati Yuhi e gli altri!

Y.Come va?

T.Non bene, ormai manca poco, molto poco...mi sono preparato a lungo per questo momento...vi supplico, prendetevi cura della bimba e di Aya, mi dispiace non poterla vedere crescere...ascoltatemi: voi siete l'unica famiglia che abbia mai avuto, oltre al vecchio pescatore...vi voglio un mare di bene...mi spiace...di non essere riuscito... a stare più con voi...Aya...scusami se sono stato sontro di te...all'inizio...a...addio!

Detto questo esalò l'ultimo respiro...

A.Addio amore mio! So che resterai sempre vicino a noi! Ti amo e ti amerò sempre! Toya, rimmarrai sempre nei nostri cuori! Detto questo gli diede un bacio a fior di labbra e gli chiuse gli occhi.

La piccola Ceres che fino a quel momento era stata in silenzio iniziò a singhiozzare disperata.

C.Nooooo! Pappàa! Non lasciacciiii! Svegliaatiii, non dommireeeee pel sempleeee!! Nooooooo! Pappàaaaaa! Noooooooo! Sigh, sigh...

All'improvviso un vortice di luce investì Ceres, qundo scomparve l'aspetto della piccola era cambiato: era come se si fosse fusa con la manna, la veste piumata...

A.Ma cosa??



Questo è un capitolo triste, strano che a me vengano meglio le ff tragiche...spero che vi sia piaciuta nonostante la tendenza al tragico, smakkini a tutti elie_chan92

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.