FanFiction Gundam | Phase 29 - Sadame no Kusabi di Meyrin_Zara | FanFiction Zone

 

  Phase 29 - Sadame no Kusabi

         

 

  

  

  

  

Phase 29 - Sadame no Kusabi   (Letta 785 volte)

di Meyrin_Zara 

4 capitoli (conclusa) - 0 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaGundam

Genere:

Avventura - Azione - Drammatico - Horror

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Shock 

Guardando per l'ennesima volta l'episodio 29 di Gundam SEED ho pensato:"E se Nicol non fosse riuscito a salvare Asran, cosa sarebbe successo? Ma soprattutto, come avrebbe reagito Kira dopo aver ucciso il suo migliore amico?"


  

Capitolo 2 - Shock

Nelle profondità marine, al Versalius, Yzak è da solo nello spogliatoio dei piloti.
«Kuso!», esclama tirando un pugno al suo armadietto.
«Kuso! Kuso! Kuso! Kuso! Kuso! Kuso! KUSO!!», continua a gridare prendendo a calci e pugni l'armadietto.
«Maledetto pilota! Prima è morto Miguel...», dice portandosi una mano al volto. «... poi mi hai fatto questa cicatrice e adesso hai ucciso Asran... non ti perdonerò mai per quello che hai fatto! Giuro che ti ammazzerò! Lo farò, anche a costo della mia stessa vita!!», e se ne va ancora furioso verso la stanza di Nicol.

Yzak, entrando, si avvicina a Dearka.
«Ehi, come sta?»
«Dorme. Poverino, ha subito un grande shock, bisogna capirlo.», risponde, spostando una ciocca di capelli dalla fronte del ragazzo.

- Flashback-

«Asran, vattene!», esclama Nicol annullando la Invisible mode e attaccando lo Strike.
Il Gundam schiva l'attacco e sta per colpire il Blitz quando l'Aegis tira una gomitata al compagno facendolo cadere all'indietro.
«ASRAAAN!!», grida Nicol in lacrime mentre lo Strike taglia in due l'Aegis.
«Nicol... va... via...», sussurra Asran poco prima di esplodere insieme al suo Gundam.

- Fine Flashback-

Nicol apre improvvisamente gli occhi e lancia un grido acutissimo che fa balzare indietro gli altri due.
«ASRAAAN!!», grida alzandosi di scatto.
Dearka lo abbraccia meccanicamente. Nicol continua a gridare e a chiamare Asran.
«Sta tranquillo... è tutto finito.», gli dice il biondo cercando di calmarlo, ma l'altro continua a piangere e a chiamare l'amico deceduto.
«Nicol, sta calmo. È tutto apposto, ci siamo qua noi, sta calmo.», ripete, massaggiandogli la schiena.
Seguono alcuni attimi di silenzio. Le parole confortanti di Dearka sembrano aver avuto effetto: Nicol si è addormentato tra le braccia del compagno.
«Hmph! Il piccolo si è addormentato. Lasciamolo riposare per un po'. Dai, andiamo.», dice Yzak, in tono calmo, rivolgendosi all'amico.
Dearka stende nuovamente Nicol sul letto e se ne va insieme all'altro.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.