FanFiction Macross | L'inaugurazione della SDF2 di minmei | FanFiction Zone

 

  L'inaugurazione della SDF2

         

 

  

  

  

  

L'inaugurazione della SDF2 ●●●○ (Letta 1409 volte)

di minmei 

6 capitoli (in corso) - 1 commento - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaMacross

Genere:

Non specificato

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo 6 

 


  

Capitolo 6

Salve a tutti..spero che la fic vi stia entusiasmando..ancora non so bene dove andrò a parare con lo sconvolgimento psicofisico di Rick..in ogni caso nessuno di voi ha mai pensato che alla fine lui dovesse scegliere Minmei?
Fatemi sapere che mi interessa moltissimo..e ora passiamo al r’n’r!
ENJOY!

Fokker Square
Monument City, Planet Earth
L’ammiraglio Rick Hunter riprese a respirare decentemente solo dopo quindici minuti buoni,il suo cuore batteva all’impazzata e il suo umore colava a picco peggio del titanic,inoltre aveva ripreso a nevicare e si stava ghiacciando giacchè non aveva con sé il suo cappotto.
Cominciò a strofinarsi le mani e decise che sarebbe entrato da qualche parte..si mise in cammino e man mano che camminava la nube che offuscava il suo cervello andava diradandosi…

Sono proprio un bastardo..e della razza peggiore!
Eccomi qua,sono un ammiraglio..proprio un bell’Ammiraglio che scappa via in lacrime perché ha paura di una gonnella,anzi di due..non posso credere che proprio io-Rick Hunter-sono caduto tanto in basso..ma hey!quand’è cominciato tutto questo girotondo?Minmei e Lisa,Lisa e Minmei,,e io come un salame a fare l’altalena tra quelle due arpie!
Come se non ci fossero altre ragazze in tutta la SDF1 per non parlare di quando siamo tornati sulla terra!
Ma perché sempre quella dannata fissa?
Minmei che mi ha preso la testa dal primo giorno,il giorno dell’attacco..e poi quell’altra! arrivavo a chiamare il ponte per ogni minima sciocchezza pur di vedere il suo bel faccino sul mio monitor..e nemmeno lo ammettevo con me stesso..proprio un deficiente..però ci siamo divertiti io e Lis..a volte era dannatamente carina con me.
Ma basta pensarci..non ci penserò più..forse è meglio trovare un'altra ragazza e farle fuori entrambe quelle..una come Jessica magari..se ne stava tutto il giorno buttata sul divano a fumare erba:non rompeva le palle per niente,sempre a ridere eccetera,ecco mi ci vuole una così,rintronata totale…ma che sto dicendo..ai tempi avevo 15 anni!


Rick scosse la testa perché il turbine dei suoi pensieri lo stava ancora una volta deviando da quella che era la via che avrebbe dovuto percorrere
Pensò a ciò che aveva combinato,a come era scappato via proprio mentre stava per dire a Lisa che sarebbe partito con lei..adesso era finita,una lama rovente gli attraversò le costole, avvampò di vergogna..come aveva potuto essere così vigliacco?così egoista?
Non aveva avuto il minimo rispetto né per Lisa né per Minmei lo sapeva,e temeva che un semplice “scusa”non sarebbe servito a niente,no Lisa non lo avrebbe mai perdonato l’aveva umiliata ancora una volta.
Si prese la testa fra le mani e pensò a Roy
Che cosa penserai di me sempai?mi sembra di vederti…”Hunter!questa non la passi liscia te lo garantisco!”
Si..magari fossi qua a riempirmi di calci e spedirmi dritto in quarantena!
Tu si che mi avresti aiutato a capire!

Nel frattempo alla super dimensional fortress 2…

“ma ammiraglio..aspetti almeno che finisca la cerimonia!”mormorò il Generale Maistroff
“la prego Generale”rispose Lisa con in filo di voce “mi sento veramente molto stanca..e ho bisogno di riposare il braccio!”sollevò il gesso fingendo un gran dolore
“beh..capisco..allora la aspetto domani mattina,avremo un bel po’ da fare eh eh!”
“certo Generale!”sospirò Lisa salutando
Max e Mirya che avevano già bevuto parecchi calici di Champagne le andarono incontro
“allora Lis!”urlò Max abbracciandola
“dov’è il mio Superiore?”
Lisa prese fuoco
“che diavolo ne so accidenti!”tuonò e Max quasi prese il volo
“perché non lo chiedi a quella p***** di Minmei eh!”
“hey ma io..”
“sta zitto Max!”urlò Mirya,e poi “Lisa ma che successo? Noi pensavamo..insomma siete andati via insieme e…”
“non sono cose che mi riguardano..non più..e vi prego di non parlarmi oltre dell’Ammiraglio Hunter se vi è possibile!Max,Mirya..siete congedati!”dopo aver fatto il saluto militare girò i tacchi e se ne andò.
“oh cavolo!”disse Max sconsolato
“quello stupido hunter”ruggì Mirya “questa volta deve averla fatta grossa!quel verme!”
“zitta Mirya,ti stanno ascoltando tutti!”
Mirya si voltò con uno sguardo lampeggiante veramente spaventoso e nessuno osò più sollevare gli occhi verso di lei
Lisa prese un ascensore e scese al deposito per chiamare un autista che la riaccompagnasse a casa,non riusciva a capire bene come si sentisse ma il suo istinto di sopravvivenza ancora una volta la aiutò
Questa volta,è stata l’ultima..ma perché non riesco a capire che Rick non mi ama?perché ho continuato a credere che un giorno lui mi avrebbe amata?quel giorno non arriverà mai.MAI! devo smetterla,devo dimenticarlo..e forse ci riuscirò..quando saremo partiti mi mancherà è ovvio—ma il tempo porterà via anche il ricordo della sua faccia e alla fine non rammenterò nemmeno di averlo conosciuto..
Come ragionamento fila..si,ma allora perché sto così ,male?
Le lacrime scendevano dagli occhi di lisa senza che lei se ne accorgesse,poi un singhiozzo le scoppiò in gola con un rumore sordo,finché non cadde a terra disperata,non riusciva a smettere di piangere
Non è vero..sto solo cercando di ingannarmi ancora una volta..io non lo posso dimenticare..non posso..perché lo amo!!!
Dopo parecchio tempo si tirò su,aveva la faccia congestionata e gli occhi gonfi,prese in mano il video citofono
“qui è l’Ammiraglio Hayes,mi serve un autista al deposito.”
“subito madam!”rispose una voce metallica
In cinque minuti era fuori dalla sdf2 con il vento che le batteva in faccia
“dove la porto ammiraglio?”chiese il soldato Ryan alla guida
Lisa esitò..dove sarebbe mai potuta andare?
Avrebbe avuto bisogno di qualcuno con cui parlare, magari con cui piangere e sfogarsi..ma non aveva più nessuno..pensò a Claudia..Claudia avrebbe saputo cosa dire per consolarla,Claudia..era morta e tutte le sue amiche erano morte con lei..suo padre era morto..Lisa rabbrividì di paura a quel pensiero
Sono sola adesso..
Mentre passavano per la via principale di Monument intravide un bar e decise di fermarsi là per soffocarsi con l’alcool
“scendo qua soldato!”disse con voce di pianto
“va bene..ma è sicura di star bene Ammiraglio?”
“sto bene..la ringrazio!”mormorò Lisa scendendo dalla macchina
Barcollava e si stringeva forte il bavero del cappotto sul viso,sentiva che le forze la stavano abbandonando lentamente,come se pure la vita fuggisse via da lei..i contorni delle cose si sfumavano e i colori sbiadivano,Lisa si chiese se fosse quella la sensazione che si prova un attimo prima di morire..poi aprì la porta:il locale era stracolmo di gente perché già era l’ora dell’Happy Hour:la tv era accesa su MusicMacross e passavano l’ultimo video di Minmei
“grandioso”mormorò Tra i denti
era una canzone ormai diventata popolare come “i 3 porcellini”perciò tutti i clienti del bar la canticchiavano,chi a squarciagola chi no.
Lisa cercò un posto a sedere ma non c’era un tavolo libero..anche al bancone c’era molta ressa soprattutto all’angolo,un gruppo di gente si affannava in un punto come intenta a guardare qualcosa,di sfuggita sentì due ragazzi che mentre si allontanavano dicevano
“quello è sbronzo perso figurati!”
“ma ha detto di essere uscito con Lynn Minmei,la cantante!”
“e tu ci credi?un coglione del genere?”
Lisa ebbe un tuffo al cuore mentre i due la superarono ridendo
Come spinta da un impulso involontario si avvicinò al gruppo e sollevò la testa per guardare:non poteva crederci,in cima ad un trespolo stava proprio Rick Hunter con in mano un bicchiere,con l’altro braccio alzato mentre farneticava qualcosa,la gente rumoreggiava e rideva,mentre Rick aveva un sorriso ebete e gli occhi gonfi
“e allora,che hai fatto!”urlò una voce
“che ho fa fa fatto?”rispose Rick cantilenando
“sono andato a prenderla!”bevve tutto di un sorso il suo scotch “versamene un altro buon uomo!sono andato..a prenderla…c’era un casino infernale sissignore,tutta la base fumava..stava per andare a fuoco..ciiiiinque secondi e sarebbe esplosa tuttaaaa quaaanta,sissignore!”
“e tu hai rischiato di saltare in aria per salvarla?”chiese un barista ridendo
“certo che siiiiii!!”urlò Rick “perché Lisa..ecco sapete…mi ero preso una bella cotta per Lisa ci potete scommettere!non l’avrei mai lasciata là a bruciare!!”
Lisa non poteva credere alle sue orecchie,diventò pallida come un cencio:Rick stava raccontando a tutti di come l’aveva salvata alla base Alaska..
“e poi mi sono aperto un varco col laser modulo f..c’ho fatto un buco..sono sceso dal caccia..e “
tutto il bar tratteneva il fiato
“e poi,che è successo?!”urlò uno
“allora?era ancora viva?”
“era viva!”rispose Rick con enfasi”era viva,la mia piccola Lisa,la mia dolce Lisa…”per un attimo si intenerì e una lacrima gli scivolò sul viso
“che storia commovente!”disse una cameriera
“shhh!”rispose un altro “continua, avanti!”
“e allora..era lì che mi aspettava..e mi ha detto: Rick!ce ne hai messo di tempo!”
subito si sollevò un mormorio entusiasta
“ce l’avevamo fatta!”Rick si alzò in piedi sollevando il bicchiere
“l’avevo trovata!le ho detto:sali sul caccia e fuggiamo da qua!ma prima…”
“che cosa!”
“avanti..che hai fatto?”
“dai racconta!”
Rick guardò fisso davanti a sé come se stesse cercando un punto nello spazio
“prima..prima l’ho presa tra le braccia e…”
“l’hai baciata!”gridò entusiasta la cameriera di poco prima
Rick la guardò
“ebbene..si!si l’ho baciata!perché l’amavooo!”
“bravo il nostro pilota!”
“bravo!”
“bravo!”
tutti cominciarono ad applaudire e fischiare
“l’amavooo!”urlò Rick più forte di tutti loro “l’ho sempre amata!!!..ma adesso..”si accasciò e si rimise a sedere sullo sgabello,sospirò guardando il fondo del suo bicchiere
“adesso l’ho persa..”
“ma non è così!”disse una ragazza avvicinandosi “sono sicura che riuscirai a farti perdonare”
“si è vero!”rispose un'altra “io ti perdonerei al volo!”
“che storia romantica!” gongolò un'altra
“infatti amico!”intervenne il barman “va da lei comprale un enoooorme mazzo di fiori e chiedile perdono!”
“no..non mi perdonerà mai,perché sono il più grande bastardo che ci sia in questo cazzo di caserma!”
“beh al limite puoi tornare da Minmei..”propose un ragazzo spaccandosi dalle risate
“non lo dire mai più!!”tuonò Rick “nessuna Minmei al mondo può competere con la mia Lisa!!! hai capito!!!”
Lisa aveva ascoltato tutta quella simpatica scenetta col cuore in gola,non sapeva che fare,vedeva solo Rick e la sua vicinanza riusciva a cancellare tutto il suo dolore,la sua umiliazione e la sua solitudine..era talmente grande il suo amore per lui,che le faceva una pena infinita vederlo così triste e ubriaco mentre dava spettacolo in un locale pubblico
Si fece largo tra la gente meccanicamente come se una forza misteriosa la trascinasse,guardava dritta davanti a sé e vedeva Rick e Rick riempiva tutto il suo campo ottico,quando fu davanti a lui riuscì a malapena ad emettere un gemito,lui la guardò e diventò di mille colori
“oh mio Dio!”gridò
tutti si voltarono a guardare Lisa
“ma chi è?!”bisbigliarono
“non lo so..”
“hai visto che faccia ha fatto?”
Rick spiccò un balzo dal trespolo e in attimo fu davanti a lei
“Rick” mormorò
“Lisa”
“hey!è Lisa!”
tutti cominciarono a borbottare e spintonarsi per potersi godere la scena in prima fila,Rick cadde letteralmente in ginocchio
“perdonami Lisa perdonami!”le abbracciava le gambe e nascondeva la testa nei suoi stivali
l’intera clientela del bar stava ipnotizzata a guardarli:dopo un attimo di rincoglionimento Lisa se ne accorse e acciuffò Rick per le marsine tirandolo su di peso
“smettila di dare spettacolo Rick Hunter!”sibilò
Rick la guardò bene in viso,i suoi dolci occhi verdi improvvisamente intorbidati lo fissavano con odio,si odio,nient’altro che odio traspariva dal quelle pupille vitree immobili,lui non poteva reggere a quello sguardo.
“su sbrigati e andiamo via di qui”continuò Lisa nello stesso tono di prima
“s-si” biascicò Rick correndo a raccattare il suo cappello da Ammiraglio
poi si fece largo tra la folla e si avvicinò alla cassa
“non ti preoccupare Rick,”gli disse il gestore del locale “offre la casa!”poi gettò uno sguardo a Lisa “e tanti auguri..”
“oh..ehm..grazie sei un amico!”mormorò lui,poi corse fuori
“chissà come andrà a finire!”
“già..lei sembrava incazzata come una belva!”
“magari fanno pace…”
“proprio adesso che ci stavamo divertendo se ne sono andati!”
e al bar continuò la solita vita…

Intanto Lynn Minmei…

Chissà che fine ha fatto Rick..quando l’ho visto sulla piattaforma sembrava spaventato..è corso via!
Come farò trovarlo? ma soprattutto..è giusto quello che sto facendo?..oh ma perché non mi metto il cuore in pace e non lo lascio a lei?
Minmei passeggiava sul ponte di comando deserto avanti e indietro come un automa..non pensava ad altro che a Rick e a come l’aveva guardata mentre cantava..non poteva sbagliarsi su quello sguardo..quello sguardo significava che l’amava ancora,era impossibile il contrario,quanta dolcezza c’era in quegli occhi blu..
Si strinse forte le braccia intorno al corpo cercando di rivivere l’abbraccio di lui,non poteva scordarlo,si chiese che senso avesse vivere una vita come la sua,senza una persona che tenesse a lui,che si prendesse cura di lui che lo aspettasse in quella piccola e fredda stanza nel dormitorio..Rick aveva vissuto tutta questa orribile guerra da solo come unica compagna la sua forza di volontà e il suo coraggio- e lei?cosa aveva fatto lei?

Non ho fatto che qualche insulsa apparizione nella sua vita..una comparsata ogni tanto…ogni tanto ci scappava un bacio e per me era come donargli un infinità di tempo prezioso..si ma prezioso per chi? solo per me stessa e la mia merdosa carriera..e lui mi ha sempre accolto a braccia aperte..sempre sorridente,mai un broncio o una giornata un po’ storta..
E io..mi comportavo come se tutto questo fosse maledettamente scontato..come se Rick mi dovesse tutto!
Cosa ho fatto!come ho potuto perdere tutto questo tempo,sempre convinta che lui mi avrebbe aspettata! Non mi meraviglio che ora stia con lei..suppongo che lei gli sia stata vicina durante la guerra..eh ma per forza! lavoravano insieme! A forza di stargli sempre appiccicata lui si sarà convinto di chi sa cosa..magari aveva bisogno di una spalla su cui piangere e lei era sempre disponibile..è ovvio! ha usato quest’arma per portarmelo via..perché io lavoravo..oh maledizione! ma cosa sto dicendo..non è possibile che si sia innamorato di lei solo per questo..non è proprio possibile che si sia innamorato di lei..Rick ama me!

Minmei ricominciò a lacrimare:l’idea di aver ritrovato Rick dopo averlo creduto morto e di perderlo nuovamente la faceva impazzire..non poteva essere vero
Giurò a se stessa che avrebbe fatto qualunque cosa per riprenderselo.
“qualunque cosa..”mormorò

********************************Lisa fece scattare la serratura in salotto aveva dimenticato la tv accesa:per tutto il tragitto in taxi non aveva scambiato nemmeno una parola con Rick,continuava a guardare fuori dal finestrino mentre la neve veniva giù lentamente dal cielo ormai buio.
“entra”disse con noncuranza
“eh..ok”rispose Rick facendo un passo avanti..Lisa continuò dritta verso la cucina,mentre lui rimase come un fesso in mezzo al salotto non sentendosi autorizzato ad accomodarsi
“allora!”gridò lei “come va con la tua sbronza!?”
“oh ehm..bene bene!”
Rick si sentiva come se la mamma lo avesse beccato a marinare la scuola,adesso c’era solo da aspettare la punizione.
“ti ho fatto un caffè..concentrato”disse Lisa tornando in salotto.. “beh che fai?rimani in piedi?siediti!”
Rick si affrettò a buttarsi sul divano:non si sentiva più tanto ubriaco..giusto la testa un po’ pesante e il cuore molliccio,come se non riuscisse a sopportare il battito cardiaco
“ti spiace se mi cambio?questa uniforme mi ha proprio rotto!”
“oh no!vai pure”
Chissà per quando è prevista l’esecuzione! non riesco proprio ad interpretare il suo atteggiamento…chissà cosa sta congetturando! mi ucciderà—
Ad un certo punto il cellulare di Rick cominciò a squillare,guardò sul display:era Minmei!
“oh merda!” brontolò “eh no..una alla volta!”e spense il telefono
3 secondi dopo Lisa tornò da lui col caffè:si era cambiata d’abito e indossava un vecchio maglione peloso
“carino” provò a dire Rick indicandolo
“non la bevo Hunter!” rispose Lisa gelida-“tu invece beviti questo finché è caldo.”
Rick prese il bicchiere dalle sue mani,ringraziandola
“allora!”fece Lisa sedendosi su una sedia di fronte a lui “come va?ti sei chiarito le idee o cosa con quella assurda pagliacciata al caffè!?”sembrava furiosa con lui ma anche abbastanza divertita
“non sono cose che si addicono ad un Ammiraglio sai!”accennò ad un sorriso e Rick sentì di nuovo il sangue che circolava
“ma d’altronde hai subito parecchie pressioni in questi giorni..chi non se lo farebbe un goccetto? no?io si guarda!”Lisa intrecciò le mani attorno alle ginocchia e si immerse completamente nella visione di Rick
che ci devo fare con questo? quante ancora me ne dovrà combinare? È proprio un bambino ..e anche un incrociato insensibile! Però è così carino..guarda qua sembra tutto infeltrito!
“Senti Lis..”cominciò “e non guardarmi così che non riesco a parlare..ok allora non ti guardo io..”cominciò a fissare la finestra
“non sono ubriaco.. lo sono più ti dico!”
“che stai cercando di dirmi?” Lisa lo squadrò da capo a piedi con uno sguardo che voleva essere accigliato ma era solo dolcificato come un pacco di marshmellows.
“sto cercando di dirti cose che sai già!”
“per esempio che sei uno stupido bastardo egoista immaturo e insensibile???”
Rick deglutì a fatica “e-e-esatto ..sono proprio quello,uno stronzo egoista !”si guardò i piedi per un eternità,il suo amor proprio sanguinava da tutte le parti,odiava sentirsi in quel modo,e Lisa aveva la capacità innata di farlo sentire così.
“ok” fece alzandosi in piedi “ho capito che non ho più scusanti,ne ho fatto una di troppo!” soffriva come un cane mentre diceva queste cose e allo stesso tempo ne provava uno strano sollievo come se si stesse liberando di un peso
“perciò..ora se mi scusi me ne vado e ti libero della mia presenza del ca...fastidiosa!”si corresse
Lisa ebbe un tuffo al cuore
Che fa adesso? Se ne va veramente?
Rick si era alzato e continuava imperterrito nel guardarsi i piedi,Lisa non riusciva a parlare,avrebbe voluto trattenerlo,ma non sapeva come..non si aspettava questa reazione da Rick..credeva di dover litigare nuovamente con lui,di uscire fuori di testa e magari insultarlo..ma mai si sarebbe aspettata di vederlo andar via così..con una stupida frase di circostanza masticata tra i denti..vederlo scivolare via dalla sua vita come un ombra.

È così che finisce allora? Pensò Rick con la morte nel cuore
È così che finisce…non ci posso credere.. pensò Lisa

“bene..allora grazie del caffè..ci si vede!”disse Rick asciutto prendendo il cappello e calandolo sugli occhi
Lisa si alzò “allora..te ne vai..” aveva la voce incrinata dal pianto
“si me ne vado” Rick la osservò bene,poi prese fiato
“ho capito un po’ di cose mentre venivo qua in taxi con te..ti sembrerà strano che un idiota come me riesca a cogliere il significato eppure..sai Lisa ho pensato bene ad una cosa… per 4 anni e tu mi sei stata sempre vicina,non c’è stato giorno in cui tu abbia fatto qualcosa per me,non c’è stato giorno in cui io mi sia sentito solo..quattro anni..in cui io non mi sono dimostrato diverso da quello che sono..ho giocato con i tuoi sentimenti,perché non ero sicuro..che vuoi che ti dica..non sono sicuro neanche adesso!”la guardò di sfuggita,e vide che era pallida e tremava..chiuse gli occhi
“e poi..c’era sempre l’ombra di Minmei..c’è sempre stata che dici? ..probabilmente ci sarà sempre..ma è solo un ombra..mentre tu Lisa,tu ci sei davvero..sei qui davanti a me..e quando prima in taxi ho realizzato che era finita..ho finalmente capito che era finita ho sentito come se tutto..tutto quello che mi circonda si sfracellasse in mille pezzi!”fece qualche passo verso la porta
“ho sbagliato tutto con te..e non ti chiedo di perdonarmi,adesso sai che senza di te non sono niente,non valgo niente”
“non dire così!”sussurrò Lisa con un filo di voce
“quando ero un ragazzino credevo che pilotare un aereo fosse lo scopo della mia vita..poi tutto ad un tratto ho scoperto di essere l’eroe di tutte le galassie..un battito di mani e ogni cosa cambia!.. strano no?”
Lisa lo guardava con il cuore in gola “non sono le cose che cambiano..siamo noi che le cambiamo!”gli rispose con rabbia
“e allora dimmi che cosa sarei riuscito a cambiare..niente!!tutto è rimasto uguale e punto capo!”
“non è vero Rick..tu hai cambiato me!prima di conoscerti mi ero rinchiusa in una corazza di ghiaccio,nulla contava per me se non l’esercito…e la guerra!non sapevo più che cosa significasse uno sguardo,una mano che si sfiora,un bacio..le ginocchia molli,le gambe che tremano e tutte queste sciocchezze!non riuscivo a fare qualcosa per il gusto di farla..non riuscivo nemmeno più a ridere!” si era lasciata andare e le lacrime le zampillavano dagli occhi senza ritegno,Rick era stupefatto di quanto grande potesse essere l’amore di Lisa per lui.Lo aveva mai meritato tutto questo amore?
“sai che non è vero Lis!”disse infastidito
“si che è vero!è vero!”
“ io non sono così..non mi merito tutto questo!”gridò Rick fuori di sé
“e invece si,tu per me sei tutto questo..e non puoi chiedermi di negarlo..perché non puoi..non puoi chiedermi di smettere di amarti..perché ci ho provato troppe volte.. e so non ci riuscirò mai!!!”
Rick la guardò negli occhi e ci vide tutta la sua vita,negli occhi di Lisa c’era la sua vita e il suo futuro..era quello il suo posto,non poteva sfuggire al destino.
“ti amo anch’io Lis,che tu ci creda oppure no!”disse abbassando lo sguardo a terra
“ma io ci voglio credere..”mormorò lei col volto rigato di lacrime “è solo che non posso chiederti di stare con me!”
“ma cosa dici!”Rick era sconcertato
“io so che non sei sicuro di ciò che provi..lo so lo vedo dai tuoi occhi..oh Rick non sai quanto ho imparato a conoscerti in questi anni..”
Rick la guardava ammutolito
“pensi che non sappia quanta confusione c’è nel tuo cuore?pensi che non sappia quanto sei combattuto..soprattutto adesso che la partenza per lo spazio è dietro l’angolo?”
“ma io voglio partire!”protestò Rick
“no che non vuoi”rispose Lisa tristemente “o perlomeno..non ne sei sicuro..Rick ma non capisci?se un giorno,tra un anno o due..anche tra vent’anni tu dovessi capire che non era questo che volevi veramente? se capissi che non era questa la tua strada?saresti infelice..e io non potrei sopportarlo..non potrei mai vivere sapendo di averti obbligato a vivere una vita che non volevi!”
Rick non sapeva che dire..le parole di Lisa riassumevano perfettamente tutti i suoi dubbi e le angosce che lo tormentavano,e non rispose
Lisa lo guardò..era come temeva..e anche desiderando con tutto il cuore di stare con lui sapeva di avere agito giustamente parlandogli in quel modo.non c’era altra soluzione.
“bene..allora..è tardi e io sono stanca”continuò asciugandosi il viso col dorso della mano
“che signifi..ca”balbettò Rick
“significa che sono stanca” rispose asciutta
“mi stai..mi stai mandando via..”le chiese Rick con un filo di voce
“si…è meglio che tu vada Rick”disse senza guardarlo
“ma Lisa…”Rick la prese perle spalle e la costrinse a guardarlo “io credevo che saremmo..si insomma che avremmo..”
“non ha alcun senso..lo capisci da te..complicherebbe solo le cose..”
“non hai capito niente Lis!io voglio stare con te..voglio abbracciarti..voglio addormentarmi e svegliarmi con te..oggi domani e per tutti i giorni che ancora devono passare..”
“spero che sia così Rick”si staccò da lui e indietreggiò di qualche passo
“ci vedremo domani..per preparare il modulo da destinare agli incrociatori..devi ancora trasmettere le coordinate ai tuoi varitech e..”
“come diavolo fai a parlare ancora di quella sfottuta missione!”Rick sollevò un pugno “che diavolo me ne importa di quei varitech!io voglio parlare di noi due!”
Lisa cambiò espressione “lo vedi!vedi che è tutto inutile?come fai a separare le due cose?sai benissimo che se scegli di stare con me scegli anche di condividere questa missione di cui a quanto pare non ti importa niente!!!”
“sai che non è vero Lis!!”urlò lui anche più forte “come fai a dire che non mi importa niente dopo che ho combattuto per quattro anni..quattro anni di guerra!tutta la mia vita non è stata altro che un inutile guerra!!!”
Lisa sentì le gambe cedere e si poggiò al tavolo sfinita..era vero quello che temeva..Rick ne aveva abbastanza..della guerra della sdf2 e di quella maledetta missione a Tirol
“va via Rick”disse debolmente “va via”
“ah è questo che vuoi?vuoi che me ne vada?!!”rispose Rick furioso
“voglio stare sola!”
“e va bene!allora me ne vado!”aprì la porta con violenza
“adesso spero sarai contenta!!”
Lisa lo guardò sparire in fondo alla strada..fece qualche passo nel viale come se volesse richiamarlo indietro,ma la voce le morì in gola..era di nuovo sola..si chiese perché il destino ce l’avesse a morte con lei perché le cose finissero per andare sempre nel modo peggiore..non aveva una risposta.

Ti prego Signore,fa che torni da me..

Minmei passeggiava nervosamente sotto casa di Rick da almeno un ora,aveva cercato inutilmente di chiamarlo al suo cell e al cercapersone ma erano entrambi staccati,il telefono di casa,lo sentiva,suonava a vuoto.Si stava lentamente congelando e aveva perso quasi tutte le speranze quando un ombra emerse dall’oscurità..mentre si faceva più vicino il suo cuore cominciò a battere sempre più forte,la sagoma che avanzava verso di lei aveva l’inconfondibile andatura di Rick,i suoi occhi luccicarono nel buio,e a Minmei sembrò che tutti quei quattro anni non fossero mai trascorsi,cominciò a correre
“Rick!Rick ciao!”sospirò confusa
Rick piombò di colpo sulla terra quando sentì la sua voce
“ma..Minmei..che ci fai qua!”
“sono..ecco io..ti aspettavo!”
“ma..è tanto che sei qua..?”
“stavo provando a chiamarti..ma hai il telefono spento e poi io..”
“ma guardati,stai tremando..ti sarai congelata qua fuori!”
Rick la guardò bene..come Lisa anche Minmei aveva gli occhi gonfi di pianto

Oh Dio mio! Queste donne saranno la mia morte !

“su andiamo”disse superandola “vieni dentro..o ti prenderai un raffreddore!”
Minmei lo seguì silenziosa..improvvisamente si sentiva sciocca e insignificante,non sapeva nemmeno più cosa dire:la sua determinazione era svanita di colpo.
“allora!”Rick la squadrò da capo a piedi constatando quanto fosse beffardo il destino..solo due settimane prima si era ripetuta la medesima scena,Minmei era venuta a bussare alla sua porta e lui le aveva aperto,causando tutto quel casino con Lisa..pensava di essersi chiarito le idee..e invece adesso si trovava a rivivere gli stessi tormento per la seconda volta,ancora più confuso di prima se possibile..

Non posso stare con lei..mi confonde la testa ancora di più..eccomi qua con Miss macross faccia a faccia ancora una volta..è sempre la stessa..se penso a quanto l’ho amata stento a crederci..eppure adesso non riesco a guardarla e a dirmi Rick Hunter,tu non la ami più,lei non è niente per te!..perché non ci riesco?perché mi tiene così legato a lei? non importa quanto siano grandi le distanze che ci separano,e non importa tutto il tempo che è passato e che passerà..io sarò sempre incatenato a lei in un modo o nell’altro!

“Rick che hai?perché quella faccia?”
Minmei si avvicinò a lui ma Rick indietreggiò,e lei ne fu ferita
“scusami Rick..io non ho nessun diritto..di stare qui”
Rick non rispose
“scusami..è solo..ti credevo morto..e non puoi nemmeno immaginare la mia gioia quando ho saputo che ti eri salvato..”Minmei riprese fiato

perché è così distante?non l’ho mai visto così con me! Forse è vero..forse non mi ama più..ma com’è possibile?

“Rick mi dispiace..so che adesso stai con Lisa Hayes e che partirete per una missione,so tutto e credimi mi vergogno tantissimo per quello che ho fatto questa sera alla Fortezza..spero di non aver causato problemi con la..con..con lisa!”
Rick sollevò lo sguardo “non proprio”sospirò
“ah bene!”Minmei sembrava delusa
“il fatto è che io mi sono comportata veramente in maniera insensibile e meschina nei suoi confronti..ma non ha fatto lei lo stesso con me?!”Minmei cominciò a surriscaldarsi
“Smettila Minmei!”mormorò Rick “non serve a niente!”
“E invece si Rick..lei è venuta qua nella nostra casa a dirti che ti amava..a portarti via da me!!”
“sai che non è andata così” Rick rispondeva con enorme fatica…sembrava che gli mancasse l’aria
“e invece si!perdonami Rick se sono venuta qua..e perdonami perché ti ho abbracciato così davanti a tutti..e perdonami per la canzone!”
“ti perdono”rispose con un sorriso triste “era una canzone bellissima”
“oh Rick io l’ho fatto perché…”
“non importa il perché,Minmei” disse lui alzandosi in piedi “Lisa mi ha dato il benservito..adesso..poco fa”
“Oh mio Dio” mInmei giunse le mani in segno di preghiera e si alzò a sua volta,sembrò che il cielo si fosse aperto lasciando colare un dolce raggio di sole sul suo corpo:andò verso Rick con gli occhi che già si imperlavano di lacrime
“Mi dispiace..”
“non è vero che ti dispiace Min”rispose Rick amaramente
“hai ragione…sto mentendo..in realtà ne sono felice!”lo guardò negli occhi “si ne sono felice!perché ti amo Rick!ti amo fin dal primo giorno che ti ho visto..”il suo viso si era trasfigurato di pura gioia e splendeva in tutta la sua bellezza:Rick non poté non notarlo..dolci ricordi di lei naufragarono nel mare che era la sua anima
“si Rick..ti ho sempre amato e ho amato solo te..da quel giorno in cui mi hai salvato dagli alieni..ero solo una ragazzina stupida e con mille sogni per la testa..sognavo di essere una star e lo sono diventata,ma mai nemmeno per un secondo ho smesso di amarti!”
Rick si voltò e poggiò una mano sul vetro della finestra
“dici sul serio?” disse con voce sorda “eppure a me è sembrato tutto il contrario!”sorrise dolorosamente guardandola e a Minmei sembrò che mille spade la trafiggessero
“oh Rick lo so..ho sbagliato tutto con te..lo so bene..ma dammi una possibilità ti prego..ricostruiremo la nostra vita..tutto sarà diverso!”

è così sicura..e così determinata..ma lo è sempre stata..mentre io…io che cosa ho fatto?

“Non ti è mai passato per la testa che io non ti ami?che ami un'altra?”
Minmei sobbalzò e si portò una mano alla bocca
“ma..ma Rick..”
“Minmei io sono innamorato di Lisa!”
“No Rick..non può essere vero..prima avrei anche potuto crederci ma ora no…io ti conosco Rick..la vita con quella donna non potrà mai essere facile!”andò verso di lui
“non lo sai…”
“si che lo so..oh Rick da quando la conosci non fate che litigare…non siete fatti per stare insieme..che vita ti aspetta al suo fianco?ancora guerra morte e devastazione..l’ignoto..ancora dolore paura e forse la morte!”
Rick spalancò gli occhi: Minmei come Lisa conosceva le sue più segrete paure
“Rick io lo so cosa provi..lei ti è stata vicina per tutti questi anni..era un conforto per te una presenza amica…non voglio toglierle questi meriti..ma puoi dire sinceramente di amarla?lo puoi dire con sicurezza!?”
Minmei gli prese entrambe le mani “puoi dire di amarla come hai amato me?”ricominciò a piangere esausta con la speranza che le moriva negli occhi
Rick la guardò per un tempo interminabile,poi aprì la bocca per parlare,e disse solamente
“no.”

oplà!
che ne pensate?
Forse Lisa si darà per vinta e partirà senza Rick?
e Rick:deciderà di stare con Minmei o seguirà la sua strada?
alla prossima puntata di questa appassionante saga spaziale!
MINMEI-SAN

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.