FanFiction Evangelion | Il suonatore di violoncello di Reira | FanFiction Zone

 

  Il suonatore di violoncello

         

 

  

  

  

  

Il suonatore di violoncello ●●●●○ (Letta 2158 volte)

di Reira 

12 capitoli (in corso) - 24 commenti - 2 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaEvangelion

Genere:

Drammatico - Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo 5 

Inizia la vera storia di Asuka e Shinji.. come far fronte alle spese? Leggete e recensite Reira##


  

Capitolo 5

-- Gennaio Anno 2017 --
L’anno nuovo è iniziato.
Misato continua a lavorare come poliziotta e fa sempre più progressi.
Asuka insegna tedesco alla scuola superiore di Neo-Tokyo 3. E’ la professoressa più giovane del liceo, i ragazzi sono suoi coetanei, ma lei naturalmente sa come farsi rispettare.
Shinji continua a studiare violoncello al conservatorio e il suo modo di suonare sta incuriosendo i maestri del conservatorio.

“Avanti”
Una voce tuona da dietro la porta.
“Ehm, salve signor direttore”.
Colui che parla è il professor Ganashima.
“Mi dica professore..”
“Sono venuto qua per parlarle di Shinji Ikari..”
“Shinji Ikari..” il direttore cerca di ricordarsi del volto del ragazzo.
“Sì direttore, il ragazzo che suona il violoncello, molto taciturno..”
“Ah sì.. Ikari.. ebbene??” chiede il direttore quasi scocciato.
“So che stanno venendo dei talent scouts dall’America e volevo proporre loro questo ragazzo.. signor direttore, suona divinamente..”
”Se lei crede, ne parlerò con i talent scouts..”

Misato, Shinji e Asuka vivono sempre nel solito appartamento.
Un giorno di fine gennaio, Misato torna a casa dal lavoro, molto euforica. Entra in casa, scaraventa borsa, scarpe e pistola per terra.
“Ragazzi!!!” incomincia ad urlare.
I due sbucano rispettivamente dalle proprie camere.
“Venite qua..”
Asuka e Shinji, arrivano in cucina, si siedono. Si siede anche Misato, a capotavola.
“Vi dico solo una parola: PRO-MO-ZIO-NE!” scandisce bene Misato.
“Promozione!!” urlano Asuka e Shinji.
“E sapete che vuol dire??”
I due scuotono la testa.
“Più soldi!! Più soldi!!!”
Misato salta in piedi ed inizia a volteggiare per casa, prendendo Pen Pen per le pinne e facendolo volteggiare anche a lui.
Appena calmata un po’, si rimette a posto la maglietta, dà un colpo di tosse,
“Tanto per iniziare, direi: BISTECCHE!! Quelle famose bistecche che non ho potuto mai comprarvi!!”
Ora anche Asuka e Shinji sono in piedi e volteggiano di felicità.
“Poi..” rincomincia a parlare Misato.
Asuka e Shinji ritornano a sedersi.
“E’ giunto il momento che io vi lasci vivere la vostra storia senza intrusioni. Compro casa.. un appartamento nuovo, solo per me.. non ho bisogno di tante stanza, voi sì.. e questa casa fa per voi..”
“Ma signorina Misato..” cerca di obiettare Shinji.
“Innanzitutto chiamami Misato.. basta con questa signorina! Vale anche per te” disse rivolgendosi ad Asuka. “Secondo, ho già deciso.. quindi non torno indietro.. chiaro?”
“Ok..” risposero Asuka e Shinji.

Era iniziato febbraio, casa Katsuragi era ormai diventata casa Ikari.
Da ogni parte sbucavano scatoloni, Misato era in pieno trasloco.
“E questo è l’ultimo..” disse Misato, caricando l’ultimo scatolone sulla sua macchina.
Shinji e Asuka sono lì con lei per salutarla.
“Appena ho messo un po’ a posto casa vi invito una sera a cena.”
I due ragazzi annuirono.
“Ah.. ogni mese vi passerò un assegno.. fino a che Shinji non lavora, avrete bisogno anche di quello..”
“Eh no Misato.. qui devo dissentire” intervenne Asuka. “Io lavoro, li porto a casa io i soldi, andiamo avanti con i nostri..”
“Asuka, il tuo stipendio solo non basta.. mi fa piacere veramente..”
Asuka cerca di ribattere, ma capisce che ormai Misato ha deciso e nulla la porterà indietro sulla sua decisione.
Misato sale in macchina, saluta con un cenno i suoi due ragazzi e parte con una sgommata, come è solito fare Misato.
Asuka e Shinji rientrano in casa.
“Cercherò anche io un lavoro..” dice Shinji.
“No! Tu devi studiare!”
“Voglio rendermi utile..”
Asuka si avvicina a lui maliziosa.
“Se proprio vuoi essere utile, perché non mi baci qui..” gli dice indicandogli il collo.
“Asuka, dai! Sono serio..”
“Anche io..”
Shinji si perde negli occhioni di Asuka, non può non baciarla dove le aveva chiesto.
“Inauguriamo la nostra casa..” dice prendendo per mano Shinji e portandolo in camera.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.