FanFiction Naruto | Io Credo in Te di MattaMattuz | FanFiction Zone

 

  Io Credo in Te

         

 

  

  

  

  

Io Credo in Te ●●●●● (Letta 760 volte)

di MattaMattuz 

1 capitolo (conclusa) - 3 commenti - 1 seguace - Vietata ai minori di 14 anni

    

 

Sezione:

Anime e MangaNaruto

Genere:

Non specificato

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

{Oneshot - Kyuubi - Yondaime - cosa accadde quel giorno?} Konoha è corrotta. Lo sai meglio di me. Presto il vostro sacrificio sarà vano... presto, tutta la sua distruzione avrà inizio… Tutto inizierà da un semplice gesto… inizierà la guerra vera fra i vil...


  

IO CREDO IN TE


- Yondaime! –
Gridano tutti. La paura è nell’aria, vola leggere come le scintille di fuoco che divorano Konoha. Le persone fuggono, catturate dal più profondo terrore. Vedo solo facce sconvolte e preoccupate, visi stravolti da un’orrenda emozione che sta raggiungendo i limiti massimi.
Kyuubi No Yoko ha attaccato il villaggio!
- Hokage, venga, signore! Non riusciamo ad abbattere la volpe! Sta decimando i ninja, attacca chiunque gli si pari davanti! –
Io sono Minato Namikaze. Da un anno ho realizzato il sogno più grande della mia vita. Sono diventato il quarto Hokage di Konoha, il mio villaggio natio. Ho giurato di proteggerlo per sempre.
Eppure questa situazione mi stringe il cuore. Che sia paura? Sento un enorme masso sul petto che mi ostruisce il respiro. Sento che forse non sopravvivrò a tutto questo. Ma combatterò fino alla fine, darò anche la vita per la mia adorata Konoha!
- Forza! – gridò cercando di dare nuova sicurezza nei miei compagni. Hanno gli occhi scavati; non hanno paura di morire, hanno solo il terrore di sopravvivere a tutti i propri cari.
Sopravvivere alla propria famiglia. In un attimo mi sento parte di loro. Capisco finalmente che il loro terrore è diventato anche il mio. Se dovesse accadere qualcosa a Kushina o a Naruto?
Ordino qualcosa, e tutti si preparano a mettersi all’opera. I migliori sono stati mandati avanti, per combattere la volpe. Tutti gli altri sono qui, al villaggio, ad aiutare la gente che fugge.
- Minato… - una voce bassa mi risveglia dai miei pensieri.
- Ka… Kakashi? Cosa ci fai qui? N-non dovresti essere sul fronte? –
Lui abbassa gli occhi. Ma io vedo comunque. Sono pieni di lacrime. Kakashi Hatake sta piangendo!
- Minato… Kushina e Naruto sono scomparsi.
E tutto il mondo mi crolla addosso.

________
********
Veloce come l’acqua.
Silenzioso come il vento.
Naruto. Kushina.
Dove siete?
Sto venendo meno al mio dovere di Hokage, ne sono consapevole. Un Kage deve proteggere tutto il suo villaggio. E io ora sto correndo per questo bosco infestato dai demoni alla ricerca della mia famiglia!
Naruto. Kushina!!
Le fiamme e la distruzione generate dal Bijuu hanno raggiunto ogni angolo della terra del fuoco. Vedo sangue ovunque, cadaveri e organi sparpagliati qua e là a terra. Mi avvicino sempre di più al covo di Kyuubi. Ogni mio ninja ha fallito, tutte le squadre sono state eliminate dal demone. Ogni mia strategia, ogni mio attacco, ogni mia tecnica, inutili.
E ora corro come un bambino, per cercare le persone più importanti della mia vita!
Mia moglie, mio figlio!
Sto piangendo, dannazione! Il più forte ninja di Konoha sta piangendo!
Perché non ne sono sorpreso?
Corro, salto sugli alberi, cerco di raggiungere la tana di Kyuubi il più velocemente possibile. E’ l’unico posto che non ho visto, l’ultimo posto in cui vorrei trovarli. Ma è l’ultimo luogo a cui vorrei pensare…
Il demone sa che sono l’unico che può imprigionarlo. Kyuubi lo sa!
Per questo ho questa paura sconvolgente dentro, questo terrore che riempie ogni pensiero e che mi toglie la possibilità di pensare a un qualsiasi futuro.
Ancora vi state chiedendo perché Yondaime piange?
___________
***********
- Ben Arrrrivato. –
Respiro a fatica, sento i polmoni scoppiare. Ho corso come un pazzo, continuando a desiderare che le mie paure non fossero la realtà. Ora sono arrivato e ho davanti il tuo brutto muso, Kyuubi. E ti posso giurare che la mia paura sta diventato molto velocemente una rabbia disumana.
- Ti Asssspettavo. – quella tua voce sibilante, tipica di ogni demone. Un ringhio basso e malvagio, che sembra sempre una presa in giro.
- Uno brrravo come te non ssssente niente di sssstrano?
C’è uno strano odore nell’aria. Sa di uomo, sa di morte. Ferro e dolore. Questo odore mi è familiare. E’ l’odore del sangue!
- Kushina!
Mi precipito verso di lei. Kushina… morta? Il suo cadavere giace a terra. È piena di sangue e il suo corpo è ricoperto di ferite e squarci. Il suo bellissimo viso è contratto in una smorfia di dolore che ha cancellato il suo sorriso e la sua irruenza… i suoi occhi verdi spalancati in un grido di terrore… i suoi morbidi capelli rossi incrostati nel suo stesso sangue… E il nostro bellissimo bambino? Naruto, Naruto dov’è? Ha ucciso anche lui… quella sudicia volpe ha ammazzato anche mio figlio…
E tutta la paura si trasforma in odio, freddo e immutabile.
- AAAAAAH!
Grido, lanciando contro Kyuubi tutta la mia furia. Il mio Rasengan non ti farà nulla, i miei kunai e le mie armi non ti scalfiranno nemmeno, ma la mia rabbia si riverserà su dite come un fiume in piena!
Io ti ucciderò, Kyuubi No Yoko, questa è la mia promessa!
Se mi spezzerai le braccia, io ti ucciderò tempestandoti di calci.
Se mi taglierai le gambe, ti ucciderò a morsi!
E se mi romperai il collo, Ti ucciderò con lo sguardo!
Non mi fermerai nemmeno accecandomi, perché la mia maledizione ti colpirà, anche se sarò morto!
Io ti distruggerò, Kyuubi, dovesse costarmi la vita!
- Ssssei prrroprio uno ssstolto, come tutti gli altrrri che sssono morrti qui.
Lì, in un angolo, sento il pianto forte e solitario di un bambino.
- Naruto… - è un soffio, una speranza. Spicco un salto che nemmeno Kyuubi ha previsto, e Naruto è accanto a me. Salvo. La gioia e la speranza mi invadono di colpo. Ora sento che sarà possibile uscire da qui, potremo vivere… Naruto… figlio mio…
- Ke razza di Kage Ssssei?
Guardò Kyuubi senza capire. Il suo ghigno mostruoso davanti al mio viso, insieme al suo odore pestilenziale.
Come ho fatto a distrarmi così? Non mi sono nemmeno accorto che la volpe si è avvicinata.
-Stammi lontano, Demone…
Il sorriso – no, quel ghigno malvagio non può essere definito un sorriso – che devasta il muso di Kyuubi mi spaventa.
- Ora che il tuo cucciolo è sssalvo, penssssi di ssscappare, verrro? E il tuo villaggio? Chi ci penssssa? Io sssssono ancora viva… e prrrresto dissstrruggerrrò Konoha.
Tutta l’importanza di queste parole mi cascano sul petto. E’ come se avessi isolato i miei dubbi più nascosti e me li avessi schiaffati in faccia. Sei proprio l’ombra del diavolo, Kyuubi No Yoko.
- Ma anche tu lo Ssssai… non mi puoi eliminarrrre. C’è ssssolo un modo… ma non vorrai sssssacrificarrre il tuo cucciolo perrr un misssero villaggio?
Non sei più nella forma gigantesca del demone. Hai ripreso le tue sembianze di volpe, e mi giri intorno sibilandomi le tue parole nella mente. Ma quello che più mi da fastidio, è che una parte di me ti da ragione.
- Konoha è corrrrrrotta. Lo sssai meglio di me.
Mi soffi queste parole nell’orecchio, con calma e leggerezza. La tua voce è gentile e melliflua, tagliente come la katana più affilata. Ma hai ragione, maledettamente e odiosamente ragione.
- Pressssto il vosssstro ssssacrificio sssssarà vano. Perché la Konoha di un tempo non esssisssste più… ssssi nasconde ssssotto il brillio argentato della ssssua sssuperficie… pressssto… tutta la ssssua distruzione avrà inizio… inssssieme a quella di tutti gli altrrrrri villaggi umani…
Smettila. Smettila! L-le tue parole… le tue parole sono vere, ma non devo ascoltarle!
- Tutto inizierà da un ssssemplice gessssto, che ingaggerrrrà tutte le conssssseguenze… inizierà la guerrrra vera frrrrra i villaggi. Le persssone che vedranno la corrrrrruzione verranno chiamate traditori, e ssssi riuniranno ssssotto l’effige dell’uomo che fece un patto con me… le casate sssaranno le prime a sssvanire… Uchiha, Hyuga... Ssssi spegneranno a causa della loro ottussssità… o verranno essstinte dal loro interno… –
Mi tocchi per aumentare l’impatto delle tue parole. Mi conficchi le tue unghie nella pelle. Solo il pianto di Naruto mi mantiene lucido, e in grado di pensare.
- E a quessssto mondo che vuoi conssssegnare tuo figlio?
Questo è il colpo di grazia. Guardo Naruto, che finalmente ha cessato di piangere. Mi fissa sicuro con i suoi occhioni azzurri… davvero voglio importi una maledizione per salvare un mondo già destinato a perire?
Davvero voglio mandarti da solo in un luogo in cui nessuno ti vedrà come un ragazzo normale?
- Kyuubi… la tua proposta non è da prendere nemmeno in considerazione.
Kyubi mi guarda sorpresa. E il mio Rasengan la colpisce in pieno petto, lanciandola lontano… impongo una barriera su di noi, per proteggerci e sigillo Kyuubi chiudendola nei miei fili d’argento.
- NO! FERRRMATI! NON SSSSAI QUERLLO CHE FAI!
La volpe grida, si dimena, cerca in tutti i modi di fermarmi.
- VUOI MORIRE PER SIGILLARMI? NON TIENI ALLA VITA?
Disegno lentamente i simboli necessari per la tecnica.
- E’ TUO FIGLIO! VUOI DAVVERO CHE IO DIVENTI PARTE DI LUI?
Accendo le candele, e posiziono al centro del disegno il corpo fragile e fiducioso del mio bambino.
- VUOI RENDERE NARUTO UN MOSTRO?
Da questo momento non sento più le grida disperate del demone. Guardo solo Naruto, il mio bellissimo bambino. Nato dal più grande amore della mia vita. Nei tuoi occhi leggo una fiducia sconfinata… una fiducia che sto per tradire.
Mi nascondo il volto fra le mani e piango. Tutto il dolore per questa scelta si riversa negli occhi.
Ti prego, Naruto, perdonami!
Sei forte, perché sei un Uzumaki, proprio come tua madre.
Sono certo che saprai vivere anche senza l’appoggio dei tuoi genitori…
Sono sicuro che diventerai un grande ninja!
E nonostante quei villaggi non meritino una nuovo possibilità… beh, voglio che tu viva, così che un giorno potrai continuare il mio operato… potrai riportare la pace a Konoha, a Suna, a Oto…
Potrai sconfiggere ogni nemico…
Perdonami, figlio mio… perdonami se ti sto lasciando solo.
Ti prego…
Imposto il chakra per effettuare il sigillo del diavolo. Questo è l’unica tecnica che chiuderà Kyuubi all’interno di una persona… è un patto con il dio della morte, il prezzo è la vita stessa di chi lo invoca. Non ho paura di morire, Naruto… l’unica cosa di cui mi rammarico è che la tua vita non sarà felice…
Serpente, cinghiale, pecora, lepre, cane, topo, passero, cavallo, serpente.
SIGILLO DEL DIAVOLO!
Le grida di Kyuubi si confondo con le parole di morte che vorticano attorno a me. Vedo una figura incappucciata e che sorride e mi tende la mano. So già che la dovrò seguire.
Addio, bambino mio.
Tu solo, nato dall’amore e sacrificato per questi villaggi… tu, che da ora sperimenterai cosa significa essere solo…
Tu solo potrai salvare queste terre… per riportarle sulla giusta via.
Io credo in te, Naruto.


By Akasuna No Saya ©

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.