FanFiction Evangelion | La nuova vita di Shinji di Reira | FanFiction Zone

 

  La nuova vita di Shinji

         

 

  

  

  

  

La nuova vita di Shinji ●●●●○ (Letta 1697 volte)

di Reira 

8 capitoli (conclusa) - 16 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaEvangelion

Genere:

Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Il compleanno 

Si ripresenta l'occasione di vedere Misato, ma come andrà a finire?? Capitolo scritto dopo una dura giornata di tirocinio infermieristico.. spero piaccia.. commentate please...


  

IL COMPLEANNO
Quel bacio durò un’eternità, o almeno così la pensava Shinji…
Appena le loro labbra si furono staccate, Asuka si girò su se stessa, aprì la porta ed entrò in casa.
Shinji rimase ancora un po’ fuori, riflettendo su ciò che era appena accaduto.
Pensava che baciare Asuka senza il naso tappato era tutta un’altra cosa e che forse questa volta lo aveva baciato non perché era annoiata…
Ma i suoi pensieri furono interrotti dalla voce di Asuka che vociava dalla cucina: “MA ALLORA CHE FAI!!!! NON ENTRIIIIII???”
Shinji riprese coscienza di sé ed entrò… piano piano andò in cucina, dove trovò Asuka seduta al tavolo…
“Allora.. dobbiamo mettere le cose in chiaro… siediti…”
Shinji si sedette obbediente come un cagnolino, non sapeva che aspettarsi, quindi decise di non dire niente e obbedire agli ordini.
“Beh, senti.. so che ti ho baciato io e che magari tu ti sarai già fatto chissà quali strane idee da pervertito…”
“..ma, io…” cercò di replicare Shinji…
“Zitto… fammi finire… volevo solo dire che non tornerei indietro su quello che è successo, ma che nemmeno andrei avanti.. non so se mi hai capito…”
“Credo di aver afferrato il concetto…”
“Bene, quindi non c’è bisogno che io chiuda la porta a chiave…”
“Mah.. Asuka… mi sembra un po’ eccessivo…”
Ma Asuka aveva già cominciato a ridere… era bellissima quando rideva pensò Shinji.

Asuka si diresse allora in camera, tranquilla sulla sua incolumità…
Shinji diede la buona notte a Pen Pen e anche lui andò in camera…. Disteso sul suo letto, con lo walkman nelle orecchie ripensò a tutta la giornata… alla signorina Misato e si domandò come comportarsi con la signorina Misato. Sapeva che se l’avesse rivista, il rapporto che stava piano piano iniziando con Asuka sarebbe inevitabilmente cambiato… quindi per ora decise di non vederla, ancora sarebbe dovuta rimanere in ospedale per un po’, quindi non voleva porsi il problema.

Passò qualche giorno… il suo rapporto con Asuka si stava sempre più consolidando… la mattina la svegliava con un bacio e sembrava che Asuka apprezzasse molto quel gesto…
Andavano a scuola insieme, studiavano insieme, preparavano la cena e mangiavano insieme… insomma, sembravano proprio una bella coppietta.
Era il 4 dicembre.. il compleanno di Asuka… Shinji decise di svegliarla con il solito bacio, ma quella mattina aveva preparato anche la colazione a letto, accompagnata da una bellissima rosa rossa…
Appena Asuka si svegliò e vide quel regalo, si gettò al collo di Shinji, baciandolo su tutta la faccia, persino negli occhi…
“è stato il compleanno più bello che abbia mai avuto!! I miei genitori non festeggiavano mai il mio compleanno…!!”
“Sono contento che ti sia piaciuto…”
“Sai…” parlò Asuka con la bocca piena di fette biscottate “ mi sembra che tra qualche giorno sia anche il compleanno di Misato…”
A sentire pronunciare quel nome, Shinji rimase un po’ interdetto.. ma cercò di far finta di niente.
“Dovrebbe essere precisamente tre o quattro giorni dopo il mio… sì, quattro giorni… l’8!!”
Shinji non sapeva cosa risponderle, borbottò qualcosa allontanandosi da lei, sperando che Asuka scordasse quel discorso e così accadde, ma Shinji continuava ancora a pensarci… si chiedeva se sarebbe dovuto andare a fare gli auguri a Misato… alla fine si convinse che forse era l’ora di tornare a trovarla… era passato ormai più di una settimana.

Arrivò anche l’8 dicembre, il compleanno di Misato.
All’insaputa di Asuka, Shinji andò all’ospedale con un mazzo di fiorellini di campo, il regalo per Misato.
Arrivato alla sua stanza però non la trovò. Per un certo verso fu quasi sollevato, aveva paura di rivederla… c’erano ancora molte questioni in sospeso che Shinji non sapeva come affrontare.
Decise, allora, di lasciare il mazzo di fiori con un biglietto e se ne andò.

Quando Misato rientrò nella stanza vide il mazzo di fiori vicino al suo letto. Corse per vedere se era Shinji, appena lesse il bigliettino il suo volto di riempì di un grosso sorriso, era lui. Si domandò se fosse stato giusto mentire a Shinji su quel bacio, fargli credere che lei non gli dava molta importanza, anche se invece non era così. Non vedeva l’ora di uscire da quell’ospedale, per rivederlo e mettere le cose in chiaro, ora che lei aveva capito cosa voleva dalla vita.

“Signorina Misato, BUON COMPLEANNO!! Sono venuto a trovarla, ma non era in camera. Spero che i fiori le piacciano. Tornerò presto a trovarla. Shinji”
Nella ritorno verso casa, Shinji ripensava al bigliettino lasciato a Misato. Le aveva scritto che sarebbe tornato presto a trovarla, ma in cuor suo sapeva che non sarebbe stato così.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.