FanFiction Anatolia Story | Dietro Le Quinte di Rossa | FanFiction Zone

 

  Dietro Le Quinte

         

 

  

  

  

  

Dietro Le Quinte ●●●●● (Letta 1139 volte)

di Rossa 

5 capitoli (in corso) - 3 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaAnatolia Story

Genere:

Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo 1 

Ok, è vero, ambientazione e periodo storico sono completamente diversi, però.. immaginate che figo Kail con i jeans strappati... (sbav sbav) e-ehm... scusate, mi sono ripresa.. Comunque leggete quello primo capitolo, che darà inizio ad una splendida (cred...


  

Capitolo 1
L’audizione

L’Attrice: Nella New York moderna, può essere molto difficile diventare famose grazie al teatro, ma Yuri, una ragazza di origini orientali di appena 18 anni, trasferitasi nei US dopo la scuola superiore, ha deciso di voler tentare. È una ragazza molto positiva e altruista, dall’aspetto molto diverso dalle biondine americane: capelli corvini, occhi scuri e pelle perlacea, con un corpo filiforme e non particolarmente sviluppato.
Forse però, grazie alla sua diversità, riuscirà a realizzare il suo sogno: diventare un’attrice!

L’Attore: Bellissimo, desiderato da ogni donna, intelligente, brillante, geniale si può dire.
Kail Mursili è il più grande attore di teatro di New York, scrive una tragedia romantica piena di emozioni e di colpi di scena e potrebbe avere un grande successo.
Il regista c’è, lo scenografo anche, il cast è quasi completo, manca solo una cosa: La prima attrice!
Chi sa se riuscirà a trovare una ragazza un po’ diversa dalle altre, per interpretare la bella Angelique!?


Teatro Di Main Street

“Bene.. Ragazze questa è l’audizione per il ruolo della prima attrice, non dimenticatelo, fatevi avanti una alla volta e recitatemi la parte della commedia o della tragedia che avete scelto!”
Il registra Yil Bani, infuriato, urlava scocciato alle giovani, correggendole per ogni minimo sgarro e umiliandole con i suoi velenosi insulti.
Intanto Kail, l’attore principale della tragedia d’amore, scritta da lui, era seduto annoiato nel suo camerino, attendendo che finalmente gli fosse stata presentata la prima attrice che, a sua insaputa, non era ancora stata scelta.
Nel camerino del grande attore di teatro, una delle ballerine si rivestiva, ancora con le lacrime agli occhi e i singhiozzi che la soffocavano, come al solito il “Principe” aveva sedotto una giovane innocente verginella, che si aspettava tante attenzioni e tanto amore dal suo amante, ricevendo però solo un pugno nella bocca nello stomaco.
Kail sbuffando si era cominciato a vestire, dato che la prima attrice non arrivava, lui non aveva intenzione di restare li ad attendere restando con le mani in mano..
“Yil Bani! Possibile che questa benedetta Attrice sia tanto prima donna da farmi aspettare in questa maniera!?”
Kail aveva raggiunto il regista e stupito aveva notato l’orda di ragazze che avevano assalito il teatro, quindi aveva scosso il capo, incredulo..
“E chi sarebbero LORO!? Yil Bani tu mi stai nascondendo qualcosa!”
Aveva detto il fanciullo dalla bionda chioma, portandosi al centro del palcoscenico, guardando la ragazza che aveva fermato il suo recitare dopo l’impetuosa entrata del primo attore, guardandolo con il volto arrossato e gli occhi ammaliati.
“S-signor… Mursili…”
Aveva mormorato delicatamente in un sospiro la giovane attrice, per poi abbassare il volto imbarazzata.
Yil Bani intanto si era accostato a Kail, preoccupato per la possibile scenata che avrebbe fatto il giovane nel sapere che non c’era ancora nessuna prima attrice!
“Kail, scusami, te lo dovevo dire prima, ma.. Ancora non ho trovato la perfetta prima attrice, una all’altezza di affiancarti in questa splendida opera scritta di tuo pugno! Queste ragazze sono qui per questo..”
Yil Bani tentava di giustificarsi, mentre Kail si massaggiava le tempie, scuotendo il capo.
“Che Delusione.. Possibile che in tutto New York non ci sia una ragazza di talento che possa interpretare il ruolo della protagonista!?”
Aveva urlato infuriato il ragazzo contro il regista, che aveva abbassato il capo.
L’attore quindi, aveva posato lo sguardo tra tutte le ragazze li presenti, sembravano fatte con lo stampino: alte, magre, con la pelle abbronzata, con gli occhi azzurri e… BIONDE!
Lui non sopportava la barbie, ci andava solo a letto, per poi mollarle il giorno dopo; con una smorfia di disapprovazione, cercava tra le giovani una ragazza diversa, una ragazza impossibile da non notare in mezzo alla folla.
Ed ecco che dalla porta principale era entrata un ragazza, tutta affannata per la corsa, con la sciarpa bianca stretta al collo e il giaccone più grande di lei, una fanciulla dalla chioma corvina e la pelle candida, sembrava una bambola di porcellana.
A quel punto il bel attore aveva sgranato gli occhi azzurrini, studiando la figura di quella ragazza, quasi fosse una meravigliosa statua da contemplare.
“Trovata..”
Aveva mormorato tra le labbra e a quel punto tutte le ragazze si erano zittite, voltandosi verso la nuova arrivata e fulminandola con lo sguardo.
Yil Bani invece aveva fatto una smorfia di disgusto.
“Lei? Ma… Guardala bene Kail, non è poi tutta questa perfezione!”
Incredulo guardava ora l’attore, che non staccava gli occhi da quella ragazza, che correva attraverso i sedili per gli spettatori, vuoti, raggiungendo il resto delle attrici, un po’ intimorita da quegli sguardi, quindi aveva fatto un profondo respiro.
“Scusate il ritardo.. eh… ehm..”
Non capiva perché tutti la stessero guardando, forse in america arrivare in ritardo era così scandaloso!?
Kail quindi finalmente aveva distolto lo sguardo dalla ragazza, sospirando, e a gran voce annunciando:
“Via tutte! Abbiamo trovato la ragazza che ci serviva! Via…”
|Dannato branco di stupide pecore!|
Aveva pensato tra i lamenti delle ragazze e le loro lacrime.
“Tu moretta! Resta qui…”
Aveva detto il ragazzo scendendo con abile salto dal palco, andando ad afferrare uno dei copioni posati sulla scrivania posta davanti al palco.
Yuri intanto, la ragazza, guardava interrogativa l’attore, confusa..
“Ecco, questo è il copione, le prove sono domani alle 8.00, mi raccomando”
Aveva detto il ragazzo, elegante e raffinato nel dire e nel fare, per poi guardarla, come a voler capire se lei avesse domande oppure no…
Turi aveva sgranato gli occhi, incredula, guardando il copione fra le sue mani, quindi sorridendo.
“Ma… Lei non mi ha neanche vista recitare.. Non sa nemmeno il mio nome!”
Kail aveva sospirato, scuotendo il capo.
“Mi dirai tutto domani, intanto comincia a studiare la parte.. Angelique”
Aveva sussurrato tra le labbra rosate il fanciullo, sorridendole malizioso, quindi dirigendosi dietro le quinte.
La ragazza teneva stretto al petto il copione, e dopo aver visto Kail girare l’angolo, aveva cominciato a saltare dalla gioia, correndo quindi verso l’uscita, improvvisamente accaldata anche in pieno inverno, quando la neve decorava i bordi delle strade.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.