FanFiction Mortal Kombat | New Hera di Noor | FanFiction Zone

 

  New Hera

         

 

  

  

  

  

New Hera   (Letta 112 volte)

di Noor 

1 capitolo (conclusa) - 0 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Giochi e VideogamesMortal Kombat

Genere:

Introspettivo

Annotazioni:

What If

Protagonisti:

Raiden - Liu Kang

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 New Hera 

Con uno strattone, allontano il corpo congelato di Kronika.Il corpo di quell’assassina si infrange al suolo, con fracasso.Chiudo gli occhi e cerco di placare il tumulto delle emozioni. Finalmente, Kronika è stata distrutta.Di lei, resta solo un ammasso di...


  

Con uno strattone, allontano il corpo congelato di Kronika.
Il corpo di quell’assassina si infrange al suolo, con fracasso.
Chiudo gli occhi e cerco di placare il tumulto delle emozioni. Finalmente, Kronika è stata distrutta.
Di lei, resta solo un ammasso di frammenti di vetro rosato.
Il suo sogno è stato infranto.
Quell’equilibrio crudele non si compirà ai danni dei reami e dei loro innocenti abitanti.
– L’impresa è compiuta, Liu Kang. – risuona ad un tratto una voce pacata, gentile.
Sussulto. Sei tu?
Sì, sei tu. Riconoscerei ovunque il tuo tono rassicurante, come un lieve vento primaverile.
Mi sei mancato, anche se non ho osato ammettere queste emozioni con me stesso.
Giro la testa e i miei occhi si posano sul tuo viso, Raiden.
Sei a poca distanza da me, la testa reclinata sulla spalla.
– Lord Raiden? – mormoro, stupito. Non credevo che ti avrei mai visto, maestro mio.
Quando ti sei fuso con me, ho creduto che saresti morto.
E non riuscivo a sopportare una simile certezza.
Invece, ora sei davanti a me.
Mi basterebbe compiere pochi passi per poterti toccare.
Alzi la testa e i tuoi occhi neri, lucidi di emozione, si fissano nei miei.
Non comprendo. Cosa ti è successo?
La tua essenza, in questo momento, mi appare differente.
– Chiamami solo Raiden… Ti sei mostrato degno di prendere il mio posto come protettore della terra… Quando tornerà a vivere. – dichiari, il tono percorso da una lieve nota di malinconia.
E, in questo momento, la realtà si illumina di una chiarezza luminosa.
Tu, maestro mio, sei diventato mortale.
Hai preso su di te la mia natura.
La tua forza non è scomparsa, ma è indebolita dalla mortalità, che io ben conosco.
Sono turbato, anche se cerco di non mostrare il tumulto delle mie emozioni. Hai sacrificato la tua essenza divina, pur di concedermi la possibilità di allontanare la minaccia di Kronika e Cetrion.
Eppure, malgrado l’inversione dei ruoli, mi sento fragile davanti alla tua grandezza.
Il tuo tono è modesto, ma tu ti sei mostrato degno del tuo ruolo di dio.
Sei stato pronto a servire gli altri e questo illumina di un’aura eterea la tua figura, malgrado la tua mortalità.
– Sono onorato, Raiden. – rispondo.
Mi inchino e, qualche istante dopo, tu imiti il mio gesto.
Un senso di imbarazzo stringe il mio cuore. Raiden, questi gesti così ossequiosi non dovrebbero esistere tra di noi.
Anzi, tu sei degno di encomio.
Hai sopportato il peso delle tue colpe e dei tuoi sbagli, ma l’amore per l’umanità è sempre stata la tua stella polare.
Io ancora non ho compiuto nulla.
E non so se sarò mai degno di te.
– L’onore è mio, Lord Liu Kang. Le sabbie del tempo sono ormai tue. Sta a te soltanto scrivere una nuova storia. – dici.
La consacrazione è avvenuta.
Il mio cuore sussulta. Non riesco a credere di avere un simile potere tra le mie mani.
Riuscirò a giovarmi di queste possibilità?
Ho paura. Davanti all’immensità di questa responsabilità, il mio cuore trema.
Raiden, come hai fatto a sopportare questo gravame per così tanto tempo?
– Il destino dei regni nelle mie mani? Raiden, non posso farcela da solo… – mormoro, sincero. Finalmente, ho svelato la mia angoscia.
Davanti a te, maestro mio, non ho bisogno di occultare le mie paure.
Mi sento così leggero, privo di questo peso.
I tuoi occhi neri brillano di empatia. Hai compreso la ragione della mia ansia.
Malgrado i miei poteri divini, l’umanità pervade ancora la mia anima.
– Ti offrirò consiglio finché avrò vita, ma sono certo che tu sarai all’altezza del compito. – replichi, gentile.
Il turbamento scuote il mio cuore. Come puoi parlare della tua morte con tanta serenità?
Come riesci ad avere tanta fiducia in me?
Se sono riuscito in questa impresa, è stato per merito tuo.
Appoggio la mano sulla tua spalla destra e tu ti volti, un lieve fremito di stupore sul tuo volto.
Ti sorrido. No, Raiden, te lo prometto, tu non mi abbandonerai.
Troverò un modo per tenerti al mio fianco, per molti anni.
Ho bisogno della tua saggezza e della tua esperienza.
– Allora, vediamo di iniziare insieme… – dico, risoluto.
I dubbi si dissolvono.
Siamo insieme, come tanto tempo prima.
Presto, comincerà una nuova epoca.



     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.