FanFiction Card Captor Sakura | Neve, cioccolata ed influenza di _fioredineve_ | FanFiction Zone

 

  Neve, cioccolata ed influenza

         

 

  

  

  

  

Neve, cioccolata ed influenza   (Letta 284 volte)

di _fioredineve_ 

1 capitolo (conclusa) - 0 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaCard Captor Sakura

Genere:

Fluff - Comico - Romantico - Altro

Annotazioni:

OOC

Protagonisti:

Sakura Kinomoto - Li Shaoran

Coppie:

Sakura Kinomoto/Li Shaoran (Tipo di coppia «Het»)

 

 

              

  


  

 Neve, cioccolata ed influenza 

"Shaoran..." Sakura richiamò l'attenzione del ragazzo "Sì?""Balliamo sotto alla neve?""Ma ci ammaleremo""Dai, solo cinque minuti, nulla di più"


  

Neve, cioccolata ed influenza

La neve cadeva lenta e delicata, sfiorando ogni centimetro di asfalto e vegetazione. I palazzetti e le case erano ormai completamente bianchi, ad ogni fiocco la sensazione di pace gli riempiva completamente la testa, il cuore e l'anima.
Non che avesse bisogno di ciò per sentirsi in pace con se stesso: accanto a lui, con il camino acceso ed il fuoco che scoppiettava, c'era lei.
Chi avrebbe mai immaginato che che la sua tanto amata Sakura avrebbe passato con lui il periodo natalizio?
Tra le mani stringevano entrambi due tazze, una rosa per lei ed una verde per lui, colme di cioccolata calda fatta in casa. Si erano divertiti parecchio tra cacao, zucchero, latte, amido, baci e carezze per prepararle.
"Fose è un po' troppo amara" bonfocchiò la ragazza aggiungendo altro zucchero all'interno della tazza, per poi mescolare tranquillamente con il sorriso sulle labbra rosee e fini "Io la preferisco così" proferì, invece, il ragazzo sorridendole amorevolmente "Giustamente: di dolce ti basto io" entrambi risero di gusto all'affermazione della ragazza, lui con una punta d'imbarazzo ad imporporargli il viso, lei per l'espressione che il ragazzo aveva.
"Shaoran..." Sakura richiamò l'attenzione del ragazzo "Sì?"
"Balliamo sotto alla neve?"
"Ma ci ammaleremo"
"Dai, solo cinque minuti, nulla di più" la ragazza posò la tazza sul tavolino di fronte al divano, congiuse le mani e quasi sembrò implorarlo.
Il ragazzo si passò la mano libera tra i capelli castani, scompigliandoli un po', indeciso se accontentare o meno la ragazza.
"E va bene, solo cinque minuti" disse lui sbuffando divertito a causa della reazione della ragazza: alla fine, era ancora una ragazzina nonostante i suoi diciotto anni.
Lo prese per mano, andando verso l'entrata, entrambi s'infilarono i cappotti e le scarpe ed uscirono di casa: il giardino era completamente innevato, così come le chiome dei due alberelli che lo abbellivano e quelle dei bonsai.
Sakura intonò le note di una canzone, senza però parlare, iniziando a girare e giocare sotto la neve che cadeva "Allora, non vieni?" chiese lei subito dopo, vedendolo ancora fermo vicino all'uscio di casa, gli corse incontro afferrandogli la mano, entrambi ce le avevano gelide.
Ad ogni passo un'impronta solcava la perfezione del manto bianco "Dai lasciati andare" disse lei ridendo, entrambi iniziarono a muoversi lentamente, cullati da una musica immaginaria e dal freddo della neve.

"Li, Sakura, siete svegli?" domandò una voce proveniente dall'altro lato della porta chiusa "Sì" risposero i due in coro, per poi tirare su con il naso.
"Ecco il pranzo" disse serena Tomoyo, facendo svolazzare i suoi capelli corvini "Mi raccomando, dopo prendete le medicine, ci vediamo domani" disse po lasciando il vassoio su uno dei comodini accanto al letto. Dopo che porta si chiuse alle spalle della ragazza, i due si guardarono in faccia per poi ridere "Ti avevo detto ci saremmo beccati l'influenza!"

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.