FanFiction Sailor Moon | Souls di Vianne1013 | FanFiction Zone

 

  Souls

         

 

  

  

  

  

Souls ●●●●● (Letta 638 volte)

di Vianne1013 

1 capitolo (conclusa) - 3 commenti - 0 seguaci - Vietata ai minori di 14 anni

    

 

Sezione:

Anime e MangaSailor Moon

Genere:

Erotico - Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

Come avete potuto capire, io amo la coppia Seiya e Haruka, so che molti la odiano/osteggiano come se non ci fosse un domani, ma io li adoro insieme, li amo profondamente, mi hanno creato un'infanzia felice e pieni di sogni. Aggiungo che rispetto profondam...


  

Due respiri..
Il mio e il tuo.. che si uniscono..
Siamo distesi, uno accanto all’altra..
Ricurvi su noi stessi,
mentre ci guardiamo fissi negli occhi…
Mi piace immergermi nei tuoi occhi blu profondo,
riesco a vedere dentro la tua anima..
e mi fa sentire bene…
Le mie dita s’intrecciano nei tuoi lunghi capelli neri..
Così fini e delicati da incantare la mia pelle..
Mi stai guardando, sul tuo volto c’è stampato un dolce sorriso,mentre i tuoi occhi s’incontrano coi miei e io mi perdo per sempre in te.
Mi stai guardando come mai hai fatto finora,mi stai osservando con occhi diversi, come se qualcosa fosse cambiato,come se qualcosa si fosse definito tra noi…e io sento un enorme calore invadermi il petto..
Non faccio in tempo a capire cosa.. che tu ti sposti sopra di me e mi avvolgi in un abbraccio.
Sono giorni che c’incontriamo così,io di nascosto alle ragazze e tu ai tuoi fratelli…
Sono mesi che io e te passiamo i nostri pomeriggi qui,in questo pseudo-garage dove tu vieni a suonare quando i tuoi pensieri si affollano..e la tua mente non riesce a scacciarli.
Se ripenso a com’è iniziato tutto…
L’unico ricordo nitido che ho è l’umidità della pioggia appena presa,la mia divisa completamente zuppa e terribilmente rivelatrice delle mie forme generose,l mio corpo che fremeva e forse non era per il freddo…e poi le tue labbra, la tua pelle, il tuo calore e il tuo odore.
Ancora oggi mi rendo conto di essere schiava di quelle sensazioni che mi continui a trasmettere..
Eppure ancora non riesco a spiegarmi come tutto ciò è potuto accadere.
Fino a qualche mese fa, io odiavo te e tu odiavi me..
Poi quel giorno, anche se con riluttanza mi hai offerto un riparo…
Mi hai fatto entrare dentro al tuo posto segreto, nonostante io fossi l’ultima persona che volevi vedere..
Mi hai accolto nel tuo mondo nascosto.. offrendomi calore e un riparo mentre la pioggia vendicativa scendeva con violenza sopra le nostre teste..
Mi hai squadrato dalla testa ai piedi, cercando ci capire cosa ci facessi in giro senza ombrello e soprattutto perché camminassi sotto la pioggia senza un riparo..
Non sono riuscita a risponderti.. erano passati mesi dall’ultima battaglia con Galaxia, la pace era ritornata, ma la mia vita non era più tornata come prima. Con mia grande sorpresa anche Setsuna, Michiru e Hotaru avevano avuto difficoltà a riprendere la loro vita.
Michiru era stata l’unica a scegliere di andare via e fuggire in America. E da quel giorno, la mia bocca aveva deciso di non emettere più alcun suono.
Tu non mi hai chiesto nulla… sei rimasto lì in silenzio, mi hai offerto una tazza di te bollente e poi hai iniziato a suonare come se niente fosse…
Io sono rimasta a guardarti, incantandomi nel vedere quanto tu fossi preso dalla tua musica.. e quanto alla fine sia io che te fossimo talmente simili.. da far quasi paura.
Sono passati tanti minuti fin quando le mie lacrime mi hanno tradita e sono scese sulle mie guance… e hanno rigato il mio volto…
Quando te ne sei accorto, la tua reazione è stata immediata, sei corso verso di me e mi hai stretto forte a te.. come nel tentativo di far fuggire via la sofferenza.. e il dolore…
Io mi sono abbandonata al tuo abbraccio, nonostante cercassi di spiegarlo dentro la mia mente…ma in quel momento non c’erano parole, né logica, né mente… c’era solo qualcosa simile all’amore..
E poi è stato un attimo…e io mi sono ritrovata a gemere e respirare tra le tue braccia.
*******************************
Sono immersa nei miei ricordi di allora, di quella nostra prima volta insieme, quando mi accorgo che la tua mano sta navigando sul mio corpo… e mi accarezza con tanta dolcezza..
Passa un istante..e la mia mente si abbandona di nuovo a te.. il mio corpo risponde al tuo tocco come la musica s’inchina davanti al violinista.. sono persa tra le tue braccia, mentre la mia mente vaga e naviga per Universi sconfinati.
Le mie mani si aggrappano alle tue spalle, mentre il tuo respiro si fonde con il mio… la mia schiena si arcua verso di te e le tue labbra predatrici cercano le mie in un tentativo di possesso…
Ti sento muovere su di me, con il mio corpo, contro la mia pelle.. non passa molto tempo che ci ritroviamo uniti nella nostra danza d’amore…
Le mie dita afferrano i tuoi capelli, sono lunghi, neri, forti, lucenti… sono liberi da quel nastro che ti ostini a portare e ora ricadono su di me, sul mio corpo, sul mio seno e mi solleticano la pelle, mentre rimango in balia delle tue spinte passionali..
Ho gli occhi chiusi, la mia schiena si arcua verso di te, la testa si abbandona all’indietro e dalla mia gola escono gemiti di piacere… mentre io cavalco l’onda dell’amore…
Non mi lasci scampo, sono una schiava sotto le tue mani, una preda sotto le tue grinfie… sono tua come tutte le volte in cui mi hai presa e hai fatto l’amore con me..
Qui, in questa stanza che odora di noi, di me e te, di sesso, lacrime, pioggia, d’amore.. questo posto, custode di questo nostro segreto così grande… che nessuno dovrà mai sapere.
Istintivamente apro gli occhi, mentre un’ondata di piacere mi avvolge inaspettata, il mio sguardo viene incatenato al tuo e poco prima di raggiungermi alla meta agognata, ti pieghi verso il mio orecchio e dopo averlo morso con tutta la passione che tenevi nascosta tra le tue labbra, mi sussurri…
“Ti amo… e stasera voglio farti impazzire…”
In un attimo il mio corpo si irrigidisce e anche se, con grande fatica sento il tuo fare la stessa cosa contro di me, in un attimo le nostre labbra s’incatenano di nuovo e i nostri gemiti risuonano dentro le nostre gole…
“Ti amo anche io Seiya…” sospirò mentre il mio corpo si lascia finalmente andare, donandomi il piacere tanto agognato..
Esausto, appagato, felice, cadi su di me, avvolto dalle mie braccia e incateni il mio sguardo una seconda volta..
“Haruka.. mia bellissima Haruka… tu sei mia solo mia.. tu appartieni a me, come io appartengo a te… ora ne sono consapevole…”
Io ti guardo e ti dono un dolce sorriso, mi limito ad annuire con la testa, mentre le lacrime cadono copiose sul mio volto e le mie braccia rispondono al tuo dolce abbraccio.
Siamo io e te.. due corpi, due menti… due cuori…. Siamo l’unione di due anime che si sono riconosciute da subito, sfidando la ruota dei tempi.



Fine

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.