FanFiction Cyborg 009 | Chiamami di meg9 | FanFiction Zone

 

  Chiamami

         

 

  

  

  

  

Chiamami   (Letta 541 volte)

di meg9 

2 capitoli (conclusa) - 0 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaCyborg 009

Genere:

Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

Happy 39 Day! Per festeggiare, la prima parte di un dittico che si concluderà a settembre, nell'altro "anniversario" dei due piccioncini... ;) Questa prima si collega all'episodio "Il Tempo Cristallizzato".


  

Chiamami

Ci sono cose… di cui mi accorgo.
Tu sei stata la prima a pronunciare di nuovo il mio nome dopo quello che ci avevano fatto. Dicevi che volevi farlo con tutti. Che era importante non dimenticarci di essere delle persone. Noialtri ci riuscimmo… solo dopo molti goffi tentativi. Io stesso all’inizio cercai per un po’ di chiamarti per cognome, perché mi vergognavo. Mi sembrava di prendermi troppa confidenza con te…
Naturalmente, sapevamo che avevi ragione. E in seguito… quando arrivammo davvero a comprendere che in tutte le nostre battaglie eravamo diventati più che amici, fratelliparti della stessa persona… ci parve immensamente sciocco chiamarci in un altro modo. Perfino i nostri numeri erano diventati… nomignoli affettuosi. Servivano a ricordarci il nostro dovere in battaglia, certo. Ma ormai erano intercambiabili coi nostri nomi.
Arrivai ad essere felice di essere chiamato così da voi. Il mio nome… che da quando ero piccolo suonava alle mie orecchie quasi sempre come uno sputo, a ricordarmi le mie origini… aveva un significato così diverso, adesso. E col tempo mi vergognai di essermene vergognato.
Soprattutto quando lo sentivo dire da te.
C’era… qualcosa di diverso… nel modo in cui lo dicevi tu. Qualcosa di bello. Il tuo sorriso nel momento in cui schiudevi le labbra, quasi impercettibile, ma sempre presente. I tuoi occhi che si volgevano verso il mio viso. I tuoi capelli che danzavano per un attimo quando giravi la testa.
Io posso vedere il mondo al rallentatore tutte le volte che voglio. Ma con te, è come se mi capitasse sempre quando mi guardi e mi chiami.
E quando corro nel buio, e i suoni intorno si smorzano per me… nulla mi manca tanto quanto il suono della tua voce.
Dovette passare molto tempo prima che mi rendessi conto… del perché di quella sensazione. Che stupido che ero stato. Tanto… quanto… tempo perso, quando invece avrei… avremmo potuto…
Dovetti rendermi conto… di quanto terribilmente mi mancherebbe la tua risata fresca… il lampo dei tuoi occhi, se mai dovessi farne a meno.
Probabilmente non resisterei molto. Sarebbe… come morire di fame.
Non mi sento più debole per averlo capito. Mi sento meglio.
Sapere di dipendere da te… di essere parte di te, come parte degli altri… è conoscere un mio limite ma anche una mia forza. Sapere quello che provo… mi rende una persona migliore.
Non ci separeremo mai. Né ora, né nel momento della fine.
E quando accadrà, ti prego… fa’ che l’ultima cosa che sentirò in questo mondo…
…sia la tua voce che mi chiama per nome.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.