FanFiction Trigun | Paura di Kya | FanFiction Zone

 

  Paura

         

 

  

  

  

  

Paura   (Letta 355 volte)

di Kya 

1 capitolo (conclusa) - 0 commenti - 0 seguaci - Vietata ai minori di 14 anni

    

 

Sezione:

Anime e MangaTrigun

Genere:

Drammatico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

Non so se ringraziare o maledire la mia amica Fanny che, una sera di due anni fa, mi ha portato a scrivere questa ff


  

Steve era disteso in modo scomposto sul suo letto, lo sguardo vacuo, parecchie bottiglie vuote sparse sul pavimento della sua stanza.

Si alzò barcollando: una mano appoggiata alla parete del corridoio per mantenersi in equilibrio; l'altra che teneva saldamente una bottiglia di liquore piena.

Non aveva idea di dove andare, si sentiva annoiato e desiderava un po' di compagnia. Ripensò a Mary e sorrise.

Barcollando entrò nella stanza criogenica, accorgendosi solo in ultimo di dove si trovava.

Stava imprecando contro la bottiglia vuota, quando si accorse di Vash "Non vi avevo detto che non volevo vedere voi mostri qui dentro?!" biascicò avvicinandosi a Vash e sferrandogli un calcio.

Steve stava per picchiarlo ancora, quando un sorriso crudele apparve sul suo viso "Ora io e te ci divertiremo un po'."

Vash cercò di alzarsi da terra, i suo occhi pieni di terrore.

La bottiglia cadde dalla mano di Steve, rotolando sul pavimenti di metallo.

Vash, che nel frattempo si era rialzato, indietreggiò, sempre fissando l'uomo davanti a lui, fino a che si trovò con le spalle al muro. Non aveva più via di fuga. La porta era della parte opposta da dove si trovava lui e, cosa più terribile, erano soli.

Due mani si strinsero con forza attorno alle sue spalle. Vash sapeva che adesso sarebbe stato picchiato. Non era la prima volta che Steve lo faceva.

Steve lo spinse a terra, sedendosi sopra di lui. I suoi occhi annebbiati dell'alcool, le sue parole senza senso, la sua mano alzata in modo minaccioso.

Vash chiese gli occhi preparandosi al peggio. Si aspettava un pugno, ma quel pugno non arrivò mai.

Un po' stupito riaprì gli occhi, mentre la mano di Steve si avvicinava a lui.

Invece di picchiarlo, gli tolse la maglietta e le sue mani cominciarono a correre sul corpo di Vash.

Vash era terrorizzato. Cercò di divincolarsi con tutte le sue forze, ma Steve lo teneva ben fermo a terra col suo peso. Voleva urlare, ma le parole non volevano uscire dalla sua gola.

"Stai fermo, mostriciattolo" ringhiò Steve, stringendogli con forza un braccio.

Le mani dell'uomo accarezzavano con morbosa insistenza la soffice e liscia pelle di Vash, i suoi occhi che guardavano con bramosia il suo collo e la sua bocca.

I singhiozzi di Vash risuonarono per la stanza. Perchè nessuno veniva a salvarlo? 'Dove sei Rem' pensava disperato, 'aiutami Rem'

Steve cominciò ad armeggiare con la cinghia dei suoi pantaloni, movimenti goffi e impacciati.

"K ... Knives ..." riuscì a dire Vash, gli occhi pieni di lacrime.

"Che hai da borbottare!" disse Steve in modo strascicato.

'Knives aiutami, ti prego. Non voglio ... aiutami ... ho paura ..... aiutami, Knives ... ti prego ' pensò disperatamente con tutto se stesso.

Knives non arrivò mai, ma all'improvviso Steve si bloccò lì dove si trovava. Sembrava provare dolore a giudicare dalla smorfia sul suo viso.

Si alzò di scatto, dirigendosi verso la porta, come se una forza misteriosa lo stesse spingendo fuori.

Vash rimase rannicchiato dove si trovava, scosso dai singhiozzi, incapace perfino di pensare.

Poco dopo la porta si aprì di nuovo e apparve Knives, rosso in viso e col fiatone.

"Vash ...." disse e si diresse verso il fratello.

Quando cercò di toccarlo, Vash si ritrasse di scatto, i suoi occhi pieni di paura fissi su di lui senza però vederlo.

"Vash sono io" disse dolcemente, rimettendogli la maglietta sulla spalle nude. "Seteve non ti farà più del male, vedrai" proseguì abbracciando il fratello. Un sorriso compiaciuto apparve sulle sue labbra, mentre nei suoi occhi brillava una luce maligna.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.