FanFiction Death Note | Ali d'angelo di MarySaeba92 | FanFiction Zone

 

  Ali d'angelo

         

 

  

  

  

  

Ali d'angelo ●●●●● (Letta 703 volte)

di MarySaeba92 

1 capitolo (conclusa) - 3 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaDeath Note

Genere:

Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

Doneresti l'anima e il cuore, riempiresti un intero universo dell'amore che nutri per lui.


  

Entra. E' a piedi nudi. Lo senti anche se cammina con leggiadria.
Lo sente il tuo cuore. Batte più forte. Non te ne accorgi, ma stai sorridendo.
Eccolo. Si appoggia piano sul materasso, e si stende su di te. Le sue mani raggiungono le tue, morbide sopra la testa.
Così, il suo viso è vicino al tuo. I respiri si stanno confondendo.
Tieni gli occhi chiusi, ma lo vedi con ogni tua fibra.
Vedi che anche lui ha gli occhi chiusi. Vedi le sue labbra rilassate. Vedi i suoi capelli chiari, e sfiorano i tuoi più neri del buio.
Le mani si intrecciano. Lui respira sul tuo viso. Come se volesse baciarlo, tutto, ma non lo fa. Tu lo aspetti. Sì, sorridi, perchè anche sentirlo così dolcemente è bellissimo.
Ti bacia, appena, il labbro superiore. Ti bacia le labbra, con la stessa consistenza del respiro di una farfalla su un petalo.
Sospiri, e lui sorride. Il tuo cuore fa una capriola, ti bacia premendo le labbra sulle tue, sgorganti desiderio, si fa spazio per arrivare alla tua lingua che non aspetta che il suo sapore delicato, tanto amato.
Si separa lentamente, socchiudete le palpebre nello stesso istante.
Lui ti fissa la bocca, ed è bellissimo, poi abbassa la cerniera della tua felpa e saggia i fianchi, il ventre con i polpastrelli.
Lo lasci fare, chiudi ancora gli occhi. La carezza del vento dalla finestra, che gonfia la tenda, accompagna le dita calde, sulla tua pelle tiepida, ed esse scendono per abbassare i pantaloni.
Conosci a memoria le sue espressioni. L'hai osservato così tante volte, l'hai scrutato mentre si annodava la cravatta e mentre si versava una tazza di caffé.
Hai guardato ogni suo gesto con stupore, come se lui fosse il primo uomo ad allacciarsi i bottoni della camicia.
Il cuore batte in gola, nelle orecchie, ma le tue mani riescono a fargli scivolare la camicia sulle braccia.
Freme. Arrivi a prendergli il viso, ad accarezzarlo, lo baci, sulle guance e sul mento, poi sulla bocca che subito ti accoglie.
Ruota il capo, e ti bacia con passione, abbandonato fra le tue braccia e non vorresti che fosse diversamente.
Lo stomaco si stringe per la devastante gioia di essere pelle contro pelle, unico respiro, corpi dalle anime attorcigliete in un solo nodo, un bacio che sa di amore senza fine, di occhi profondi, di carezze leggere come foglie d'autunno.
Ancora, vi guardate. Miele e inchiostro, ambra e ossidiana, rovere ed ebano, sabbia baciata dal sole e abisso privo di luce.
I tuoi e i suoi occhi. I suoi occhi, ti amano, con quelle ciglia che sono ali di piccoli angeli.
Ti sfiora le labbra con l'indice. Lo baci. E lui ti bacia sulla mascella, dietro l'orecchio e poi sul collo.
Sorride.
E' dentro di te. Trovi che i vostri corpi uniti siano perfetti. Sei nato per unirti a lui? Credi di sì.
Doneresti l'anima e il cuore, riempiresti un intero universo dell'amore che nutri per lui.
Non sai perché lo ami, se te lo domandi non sai trovare risposta. Sai che l'hai guardato, e la tua vita è cambiata subito, perché con lui vedi ogni sfumatura dei colori più originali, dietro un cielo grigio vedi lo splendore dell'argento, e quando non c'è la luna, c'è lo spicchio del suo sorriso.
Divori di baci il suo collo mentre si inarca per averti di più, lo stringi perché sei suo. Suo.
Lo stringi forte, non vuoi che ti lasci. Lui lo sa.
"Sono qui..." ti sussurra la sua voce flautata, mentre ti accarezza i capelli. Sorridi.
Amarlo è meraviglioso, e sapere che ti ama non è una felicità possibile da definire.
Lo baci ancora, senti i cuori che si avvolgono in un fuoco, in un ardore paradisiaco.
Lo ami, e quando si accascia su di te, lo abbracci e gli accarezzi la schiena.
E' lì, proprio lì, ne sei certo, che nascono le ali dell'angelo più bello che potessi immaginare.
Puoi vederle, quelle ali, prima di addormentarti fra le braccia del tuo angelo.

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.