FanFiction Berserk | La nascita del quinto demonio di Jovix | FanFiction Zone

 

  La nascita del quinto demonio

         

 

  

  

  

  

La nascita del quinto demonio ●●●○ (Letta 764 volte)

di Jovix 

1 capitolo (conclusa) - 2 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaBerserk

Genere:

Non specificato

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

Quest'altra bella ff [quest'altro obbrobrio forse... Nd Tutti] e' su Berserk, i cui personaggi sono di K.Miura. E' liberamente ispirata al manga, non ci guadagno neanche un euro, e... ringraziando chi ha la pazienza di leggere i miei vaneggiamenti, buona ...


  

E' tutto assurdo. Mi sento leggero, lieve, come un fiocco di neve, sebbene sia di fronte a una durissima realta'. Si', una realta' mostratami a crudo, senza giri di parole, senza sotterfugi. Realta' dove sono posto, ora, per una scelta decisiva.

Chi sono? Cosa sono? A cosa mi sono ridotto? Che fine ha fatto il mio sogno, il mio grande sogno? Era troppo per solo un uomo! Trascendente. Si', tanti sono morti per questo mio sogno. Un sogno che attualmente non posso realizzare.

Sono ferito, mutilato, degno di commiserazione e scherno. Un tempo ero il temuto condottiero dei Falchi bianchi. Ora sono sterco, per me ora provate solo pieta'. Ma ora ho una seconda, irripetibile occasione. Vi dovro' sacrificare, e' questo il prezzo. A tutto c'e' un prezzo.

Sto per decidere, ma rivedo lui. Proprio lui, il Guerriero Nero. Tu eri diverso dagli altri. Gli altri erano nulla prima di incontrarmi. Vite inerti. Io gli ho dato uno scopo, e me ne sono riconoscenti. Ma gli altri nulla sono e nulla ritorneranno. Sono stati solo miei strumenti, e fino all'ultimo lo saranno.

Tu invece avevi un tuo scopo, per quanto primordiale. Combattere, uccidere piu' nemici possibile. Maneggiare la tua enorme spada. Tu avevi un'identita', un tuo scopo. E sei andato via. Non potevamo coesistere, sono d'accordo. Tu non sei ne' potevi essere un mio subordinato.

Ma tu mi parlavi di amicizia, che ci legava. Perche' mi hai allora abbandonato, maledetto? I nostri sogni erano cosi' incompatibili? Sapevi che ti portavo rispetto, non ti ho mai imposto niente, non ti ho mai comandato! A nessuno avevo mai concesso tanto! Non ti bastava?

Maledetto Guerriero Nero! La colpa e' solo tua se ora mi trovo in questa situazione! Odio ammetterlo, ma io avevo bisogno di te! Sei tu, egoista, che mi hai tradito! Si', io ti odio, te la faro' pagare! Si' rivoglio potere, voglio ancora un'identita', nuova, temuta! Non importa cosa faro', cosa saro'! Si', Mano di Dio, voglio appartenervi, essere come voi! Sacrifico tutta la mia Squadra dei Falchi, nessuno escluso!!!

In quel momento nacque il quinto demonio. I sacrifici, le morti lo attraversavano, lo rafforzavano. Si completo'. Oramai non era piu' il Grifis di un tempo, ma una terrificante creatura di nome Phemit. Ma non senti' attraversargli la morte di Gatsu, cosa che gli procuro' un sadico piacere.

Phemit vide Gatsu dimenarsi dagli orrendi mostri. Doveva farlo morire piano, a fuoco lento.

Bene, Guerriero Nero! Posso ucciderti quando voglio, ma non ora. Per ora malediro' la donna che ami e il figlio, tuo figlio che porta in grambo. Da molto non provavo il piacere della carne. E tu arrivi a privarti di un braccio per potermi raggiungere. E' una tua utopia, da spegnere all'istante. Ti blocco, e continuo nel mio atto. Un braccio, un occhio, la tua donna, tuo figlio. Per ora mi soddisfa. Straordinaria apoteosi.

E riesci a salvarti, da morte imminente. Un segno del destino, imprevisto. Proprio come segretamente ho sperato. Si', perche' lo sento, un giorno torneremo a batterci. Siamo nemici, rivali, lo siamo sempre stati, dal nostro primo duello. E torneremo a combattere. Si', un giorno ci affronteremo, definitivamente, e ti distruggero', con le mie stesse mani.

Ma ora non e' tempo. Ora mi godro' la vita e l'esistenza di tribolazioni che ti ho assegnato. Una vita di battaglia, di continuo sfuggire alla morte. Divertiti pure con i miei apostoli. Verra' il giorno della mia grande vendetta, in cui salderemo i conti. Ti aspetto, Guerriero Nero!!!

Jo Vix III

Che ve ne pare? Commentate!

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.