FanFiction Sonic X | Black Feathers di Barasuishou | FanFiction Zone

 

  Black Feathers

         

 

  

  

  

  

Black Feathers ●●●●● (Letta 450 volte)

di Barasuishou 

2 capitoli (in corso) - 1 commento - 0 seguaci - Vietata ai minori di 14 anni

    

 

Sezione:

Anime e MangaSonic X

Genere:

Azione - Drammatico - Horror - Thriller - Altro

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Spirito X - Prologo 

L'affetto può nascere da tante cose,pure da una semplice amnesia,e farlo trasformare in rancore scoprendo una triste verità.


  

Introduzione:Dopo aver finito la mia prima fanfiction,ecco che ne presento un altra.La fanfiction non mi è venuta sul momento,ma l'avevo già scritta 5 mesi fa...eh sì.Solo che non sono mai riuscita a pubblicarla,quindi lo faccio ora!



Come al solito,ci sono alcune scene un po' crude (non posso farne a meno!),stavolta però un po' più forti,rispetto alle altre che ho scritto:quindi mi raccomando,chi non se la sente non legga,eh!

Ah,e un ultima cosa:questa fanfiction può sembrare di genere romantico nel corse della lettura,ma vi assicuro che NON lo è!



Barasuishou









Era una sera d’inverno,su Mobius.Il cielo era ricoperto di nuvole grigie che facevano cadere dei soffici puntini bianchi,che ricoprivano il terreno di un bellissimo manto bianco,soffice e perfetto.

Proprio perfetto,no.Sulla neve c’era un sentiero di impronte,impronte di scarpe da tennis.

Più avanti,c’era qualcosa che si muoveva,correndo.Il volto e il resto del corpo non si vedevano,perché erano ricoperti da un mantello viola scuro.

Quella figura proseguì più avanti,lasciando una scia di impronte dietro di sé,finchè non intravide qualcos’altro più grande di lui.

Corse più forte,e man mano che si avvicinava,vide una casa che faceva uscire del fumo da camino.

Arrivato davanti alla porta,riprese un po’ di fiato.Quando il suo respirò tornò regolare,indietreggiò…

…e con una spinta,sfondò la porta.

A passo levato,attraversò l’ingresso,poi stava per svoltare un corridoio,quando vide davanti a sé una volpe.

Questa volpe era di colore giallo,con due code dalla punta bianca e due occhi di un color azzurro chiaro.Aveva la faccia di uno in stranito,e in mano aveva una cassetta del pronto soccorso.

La volpe non era spaventata,ma un po’ stupita da vedere quell’essere che aveva sfondato la porta di casa sua.

-Ma che cosa…la porta…-

-Dov’è Sonic?!- disse l’essere avvolto dal mantello con voce seccata.

-è di sopra…nella mansarda…-

Seguito dalla volpe,la figura salì le scale a passo sempre più veloce.Arrivato in cima,incontrò un corridoio di porte e una porticina con un anello che faceva da manico sopra al soffitto.La figura andò in fondo al corridoio,prese l’anello e tirò verso di sé:la porta si aprì,e fece scendere un altro paio di scale.

I due salirono ancora,e arrivarono in una grande stanza,con le pareti di legno e una lampada sopra al soffitto.Il pavimento era colmo di fogli che provenivano da una scrivania provvista di pc accanto,e attaccati alla parete,c’erano grandi librerie colme di libri e una scala.

Al centro della mansarda c’era un divano,e sopra al divano,c’era un riccio blu con degli occhi verde smeraldo.Il suo volto e il suo corpo erano fasciati,e da alcune parti c’erano lividi violacei scoperti.

La figura mantellata e la volpe di fermarono a guardarlo,mentre il riccio si voltava stanco dalla loro parte.

-K-Knuckles?- bisbigliò il riccio.

La figura mantellata si tolse il mantello,e il riccio vide un echidna rosso dagli occhi viola e l’espressione seria,ma anche arrabbiata.Nella guancia destra aveva un enorme graffio insaccato dal sangue.

L’echidna si avvicinò a passo lento,fino ad arrivare davanti al riccio.Il riccio lo guardò stanco e con gli occhi socchiusi,mentre l’altro lo guardava disprezzato.

Dopo qualche minuto di sguardo,l’echidna gli cacciò un pugno.Il riccio cadde con il fianco nel manico della poltrona,e l’altro lo tirò su prendendolo dagli aculei,scuotendolo e urlandogli in faccia.

-MA SEI PAZZO????VOLEVI UCCIDERMI?!-

-Knuckles calmati!-

La volpe li raggiunse,e cercò di staccare la mano dagli aculei blu,mentre il riccio non cercava di difendersi.

-RISPONDIMI,VOLEVI AMAZZARMI PER CASO??-

-Io…- disse il riccio con un respiro.

La volpe riuscì a separarli,e si mise in mezzo spalancando un braccio.

-Adesso,calmiamoci tutti.Knuckles,Sonic non sapeva niente della bomba,per questo non ha fatto in tempo a disinnescarla,ma bensì lanciarla in un posto isolato.Ma non ha fatto in tempo a portarla lontano,così…beh,ti do’ le sue scuse per averti quasi distrutto il Master Esmerald…-

-E come ha fatto a sapere della bomba?!- disse urlando di nuovo l’echidna.

Knuckles andò più in là,per vedere il riccio che ormai aveva cambiato colore,accarezzandosi la sua sberla.Il riccio si mise a posto gli aculei e riprese a parlare.

-Mi…mi ha informato The Bat… -disse con un filo di voce.

Knuckles si mise le mani in faccia,poi battè le mani una volta sola e le tenne unite,mentre stava guardando annoiato il soffitto.

Con un sospiro di amarezza,tornò a parlargli.

-Con tutte le persone che dovevi informati,dovevi informarti da quella sporca ladra da 4 soldi?-

-Non sono stato io a chiederglielo,è stata lei ad informarmi….-

-Potevi farti venire in mente di venire da noi,e dirci quella frasettina del tipo “Che succede?”!Lo sai bene che lei informa gli altri del pericolo molto più tardi per metterci nei guai,lo fa apposta!-

-Ma…-

La volpe si scansò,e mise la cassetta del pronto soccorso sul tavolo.Infine raggiunse la porta della mansarda,e prima di scendere,indicò la poltrona.

-Voi due medicatevi,senza bisticciare però.Io vado e torno con due,cioè tre tazze di cioccolata.Ripeto,non bisticciate!-

La volpe scese dalle scale,e se ne andò.L’echidna si avvicinò al divano,aprì la cassetta,e insieme al riccio presero fasce,specchi e alcool,e ognuno si medicò per conto proprio.

Ci fu un gran silenzio,che durò per una decina di minuti.Infine il riccio decise di rompere il silenzio.

-Quel che conta è che nessuno è morto!- disse cercando di essere allegro.

-Ah…non si rischia la morte con uno di quei marchingegni di Egg’-

-Beh…come va lo smeraldo?Tutto intero?-

-Sì,ma la base è da rifare.Ci vorrà un sacco di tempo per ricostruirla…- disse Knuckles stringendo i denti,mentre si tamponava del cotone inzuppato di alcool sul graffio,guardandosi sullo specchietto.

-Perché io sembro quasi morto da quella esplosione,mentre tu hai solo un graffietto?-

-Perché ero già lontano.E poi dovresti saperlo,ho la pellaccia dura,Sonic-

Sonic non rispose,ma sorrise a quella risposta.Era tipico che rispondesse con una di quelle frasette simili.

Nessuno dei due osò riprendere la conversazione,così restarono ancora in silenzio,ognuno con la misteriosa convinzione che pace era fatta.Finito di mettersi le fascie,la volpe tornò con un vassoio che portava tre bicchieri fumanti.

-Hey,guardate chi c’è!- disse la volpe avvicinandosi al tavolo,lasciando una scia di fumo dietro di sé.

Sonic spostò la cassetta,per far posto al vassoio.La volpe lo appoggiò sul tavolo,andò a sedersi e ognuno prese il proprio bicchiere.

Finito di bere,il riccio posò il bicchiere vuoto e sporco sul vassoio,e si rilassò.

-Aaaah…che giornata oggi,stava per perire dalla morte!- disse sospirando e ridendo.

-Danneggiando per un filo il Master Esmerald!- disse Knuckles con tono di rimprovero.

-Ma se prima….-

-Basta! – disse l’altro interrompendoli –Ho detto niente litigi!Comunque,anche il tornado è danneggiato,credo che ci vorrà molto a ricostruirlo-

-Quali parti?- chiese l’echidna.

-Beh,quello più danneggiato è il microprocessore.Sai,il microprocessore è costituito da….-

Mentre Tails spiegava i danni del Tornado,Sonic si alzò senza né farsi vedere,né sentire,perché non ne aveva la minima voglia di starlo a sentire di parlare di motori.Si avvicinò alle librerie,e cominciò a leggere i titoli dei libri:”Ingenieria”,”Medicina e corpo umano”…

Sorpreso,si accorse che erano tutti libri d’istruzione,non racconti o romanzi.Ma anche se fosse,non li avrebbe letti comunque.

Rassegnato di non trovare niente di interessante,stava per tornare quatto quatto verso il divano,per annoiarsi,quando la sua attenzione fu attirata da un libro che era all’incirca nello scaffale alla sua altezza,in fondo a destra.

Andò alla destra della libreria,estrasse il libro,e lesse il titolo,mentre la volpe stava finendo di spiegare ad un annoiato Knuckles.

-…così bisogna pulire la valvola o addirittura sostituirla,altrimenti il motore….-

-Nachtgeist X….-

La volpe smise di parlare,e insieme all’echidna guardò il riccio incuriosito.Sonic aprì il libro e lo sfogliò,e alzò lo sguardò verso la volpe.

-Nachtgeist X….Tails dove l’hai preso questo libro?-

Sonic tornò a sedersi sul divano,poi porse il libro a Tails,che lo sfogliò con cura e lo esaminò in ogni piccolo dettaglio.

-Non ricordavo di avercelo questo libro…poi è tutto in tedesco….-

-Puoi tradurre qualche parola?-disse Knuckles tenendo lo sguardo fisso sul libro.

Tails aprì il libro,e lesse ad alta voce.

-“Pupazzo… ottocento…esistere…”….mmmh….so solo tradurre poche parole purtroppo!-

-Guarda-

Sonic girò il libro,e indicò una scritta.

-Qui c’è il sito,forse non è in tedesco e puoi darci un occhiata!-

-Proviamo-

I tre si diressero nella scrivania con il computer,Tails si sedette a manovrarlo un po’ e a guardare il libro,mentre gli altri due restavano a guardare.

Dopo aver scritto un paio di cose,Tails mostrò una pagina web rossa e bianca.

-Qui c’è il riassunto del libro nella nostra lingua...-

-Leggilo!- disse Sonic impaziente.

Talis sospirò e iniziò a leggere.



“Nachtgist x….Spirito X,è un pupazzo,o meglio,pupazzo/riccio vivente, alto 1,00 metro,dall’aspetto di un riccio,creato nell’ottocento da un costruttore di giocattoli presunto molto famoso,ma gli storici non hanno ancora scoperto il suo nome.Tutti sanno del riccio,ma nessuno l’ha mai visto,quindi è anche probabile che non esista….”



-Un riccio/pupazzo?Pure delle mie dimensioni?-

-Sì!- disse Tails rileggendo da capo.

-Tails,c’è dell’altro,leggi!- disse Knuckles.

Tails tirò in giù la rotellina del mouse e riprese a leggere.



“…nella pagina 348 del libro,troverete una specie di formula,che serve per richiamare il riccio.Molti l’hanno letta,ma non è successo niente,quindi….”



Tails si alzò,chiudendo gli occhi e ridendo.

-Aaahaha!Buffonate!-

-Eh?- disse Sonic perplesso –Come buffonate?Non ci credi?-

-Tu credi a cose simili?Ma andiamo,questa storiella va contro tutte le regole della scienza!- disse Tails meravigliato e ridendo.

-Perché?Può essere…-

Tails lo interruppe,alzò un dito,e lo scosse insieme alla testa.

-No,no.Sonic,è impossibile che un pupazzo prenda vita!Andiamo,quello accade nelle favole!-

-Tails ha ragione!- disse Knuckles sorridendo e incrociando le braccia dietro alla testa –è praticamente impossibile!E poi non capisco perché abbiano chiamato quel libro in quel modo…-

Sonic prese in mano il libro,e lo sfogliò.Arrivato alla pagina desiderata,lo sfogliò,e la mostrò.

-Cos’è?-

-è la pagina 348- disse Sonic sicuro di sé –Perché non provare…?-

Tails e Knuckles si guardarono,poi scoppiarono di nuovo a ridere.Sonic si offese e li guardò cagnesco.

-Che c’eeeeeeeè?!Basta!-

-Credi che verrà?Cosa gli offriremo?Una cioccolata?- disse Tails.

-No,forse ci vuole uccidere!Aiuto,ai ripari!- disse l’altro scherzando-

Mentre gli altri ridevano,Sonic guardò la pagina.Si avvicinò e annusò la carta:era profumo di libro nuovo.

Se lo portò alla faccia,e con un respiro,lesse:



"S...sie kommen wir, herr roter engel!Und schützen uns vor dem Übel, gegen unsere energie..."



Tutti lo guardarono allibito e a bocca aperta.Sonic li guardò con aria di sfida,e chiuse il libro.

Ci fu il silenzio,poi Tails lo indicò.

-S-Sonic...che pronuncia!Ma come hai fatto?!-

-Ho...ho letto...e...e basta...ma il riccio?-

I tre si guardarono intorno alla stanza,per vedere se c'era qualche fenomeno paranormale.Ma la mansarda era come prima.I tre si guardarono:stavolta era Sonic ad essere allibito,e Tails e Knuckles a guardarlo con aria di sfida.Sonic ripose timidamente il libro sulla scrivania.

-Che ti dicevamo?Dai,dov'è il riccio,Sonic?Qui l'unico riccio che c'è in questa stanza sei tu!- disse Knuckles maliziosamente.

-Ma...eppure...forse ho pronunciato male le parole!Forse è meglio che...-

Sonic stava per riprendere il libro,ma Tails lo fermò.

-Lascia perdere.La tua pronuncia era perfetta,e non te lo dico per farti contento.Lascia perdere con queste cretinate!-

-Ma se hanno scritto il libro,non può essere una cretinata no??- ribattè Sonic.

-Piantala di fare il bambino,quel riccio non esiste,basta!-

-Oh!Bambino a...-

Tic tic.

La conversazione fu interrotta da un rumore,un rumore leggero.I tre furry si guardarono ancora attorno,in guardia.

-Cos'è stato?- disse Tails bisbigliando.

-Boh!- bisbigliò Knuckles.

-Forse un altra trappola del dottore?Benissimo,non vedevo l'ora di...-

-SONIC ALLE TUE SPALLE!- urlarono gli amici indietreggiando inpauriti.

-Eh?-

Tic tic.

Il rumore si sentì di nuovo.Sonic aveva un brutto presentimento.

Trattenendo il respiro,si voltò lentamente,ma dietro di lui...

...non c'era nessuno.

Sonic lasciò il respiro,poi si voltò verso di loro,poi ancora dietro di lui,e poi ancora verso di loro.Alla fine fece una maliziosa risata.

-Ahaha....che spiritosi,eh?-

Tails e Knuckles,ancora un po' spaventati,si guardarono perplessi.Sonic continuò.

-Avete finto quel rumore per spaventarmi?Infantile!-

-Ma Sonic,noi...-

-Ammettetelo,siete stati voi!-

-MA SONIC,GUARDA ALLA FINESTRA!-

Sonic smise di parlare,e li guardò con la bocca aperta.

Si voltò,guardò fuori dalla finestra,e rimase pietrificato,per quello che c'era fuori.

Tic tic.

Fuori dalla finestra,in mezzo a tutti quei fiocchi di neve,c'era una piccola sfera di luce rossa.La sfera batteva contro il muro della finestra,facendo un rumore leggero.

Sonic,incoscente di quello che stava facendo,si avvicinò lentamente alla finestra,sotto lo sguardo impressionato degli altri.Prese la maniglia,e aprì la finestra.Quando fu aperta,il riccio tornò immediatamente vicino al gruppo.

La sfera di luce entrò nella stanza,e volteggiò soltanto intorno al riccio.Dopo un paio di volteggiamenti,la sfera di diresse contro la porta e ci sbattè in continuazione,come alla finestra.

Sonic fece un passo in avanti.

-Vuole che lo seguiamo-

-Cosa?E tu intendi farlo?- disse Knuckles con rimprovero.

-Forse avrà a che fare con il riccio!-

-Che cosa?!Ancora con questo riccio?!-

-Sono curioso-

Sonic si avvicinò alla sfera,aprì la porticina,e la sfera scese dalla mansarda,seguita dal riccio.Tails e Knuckles erano rimasti impressionati,e non si muovevano.

-Knuckles?-

-Mh?-

-Lo seguiamo?- chiese Tails serio.

I due guardarono la porta aperta.

Alla fine si guardarono,annuirono sicuri,e scesero dalla mansarda.





Continua...

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.