FanFiction Sonic X | Gothic Rose di Barasuishou | FanFiction Zone

 

  Gothic Rose

         

 

  

  

  

  

Gothic Rose ●●●●● (Letta 1070 volte)

di Barasuishou 

16 capitoli (in corso) - 3 commenti - 1 seguace - Vietata ai minori di 14 anni

    

 

Sezione:

Anime e MangaSonic X

Genere:

Azione - Horror - Thriller

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Misteri nello spazio 

Mai fare del male a qualcuno quando sai che ti arriverà la resa dei conti...


  

-Ecco qui...-

In una piccola stanza piena di scatoloni,pile di libri e fogli scarabocchiati, una ragazza bionda vestita di azzurro era indaffarata intorno a un tavolo d'acciaio.

Non c'erano finestre,soltanto una piccola lampada ad olio illuminava ingrandiva le ombre degli oggetti sulle pareti,facendoli sembrare creature spaventose e deformi.

La porta era aperta,e lì c'era un riccio nero dagli occhi rosso cupo che guardava l'umana indaffarata del lavoro.

Finalmente la ragazza si fermò e fece un passo indietro dal tavolo d'acciaio.

Un sorriso soddisfatto comparve sulle sue labbra.

-Bentornata...-

La ragazza si fece da parte e mostrò al riccio la creazione.

La creazione spalancò gli occhi nel buio e il riccio vide due occhi azzurri che lo guardavano con rivalità.

Anche gli altri occhi ricambiavano la rivalità.

All'improvviso la terra cominciò a tremare ai loro piedi,poi smise.

-Dobbiamo andare!-

-Aspetta!-

La ragazza prese in braccio la creazione e la mise in un piccolo baule di ferro imbottito all'interno.

Avvicinò la lampada e la guardò da capo a piedi.

Era una riccia di colore arancione acceso,e indossava abiti gothic.

-Mi dispiace per quello che sto per fare,ma non ho altra scelta.Mi dispiace.-

La terra tremò ancora.

-Muoviti Maria!-

Maria chiuse il baule.

-Porta la tua missione a termine...-

Maria prese il baule,spense la lampada e insieme al riccio corse fuori dalla stanza,mentre la terra continuava a tremare.















"Colonia Spaziale ARK,molti anni fa"

















-Maria!-

Shadow balzò in piedi sudato,ansimando,tremando.

Guardava in basso con gli occhi paralizzati,continuando ad ansimare,come se cercasse ossigeno.

Quando riuscì a riprendersi,notò il paesaggio che lo circondava.

Una foresta fitta fitta di alberi e fili d'erba che spuntavano da tutte le parti.

Il cielo era nuvoloso,faceva molto freddo.

Shadow si asciugò il sudore dalla fronte.

-Ancora quel dannato sogno...-

Quando finì,si alzò in piedi e si mise in cammino.

Non ne aveva la minima voglia di correre,con il freddo che faceva.

Intorno regnava il silenzio.Si sentivano solo i passi calpestare l'erba.

Improvvisamente un venticello passò alle sue spalle.

Il riccio continuò a camminare per un po',fino a quando non si fermò.

-Che vuoi?-

Il riccio girò la testa con il suo solito sguardo.

-Buongiorno!-

Un riccio molto somigliante di colore blu dagli occhi verdi lo guardava con le spalle alzate e con un sorriso un po' da stupido.

-Che vuoi da me?-

Shadow ripetè la frase deciso.

-Uhm...-

Sonic scalciò l'erba molto piano.

-Bella giornata non trovi?-

Il riccio nero guardò il cielo nuvoloso.

-Te lo ripeto ancora:che cosa vuoi da me?!-

La voce di Shadow risuonò nel silenzio.

Sonic abbassò le spalle e indietreggiò di un passo.

-Calmati!Pensavo che una giornata così ti piacesse,per un tipo come te...-

Shadow chiuse gli occhi e strinse i denti stressato.

-Mi stai prendendo in giro?-

-Ok adesso te lo dico!-

Sonic capì che non era il momento di scherzare.Non era mai il momento con lui.

Diventò serio di un colpo e guardò il suo rivale.

-Sta per cadere qualcosa,qua,su Mobius...l'ho scoperto da Tails ma lui non ha capito di che cosa si tratta,quindi mi chiedevo...-

-Non mi interessa-

-Ma...-

-NON MI INTERESSA!-

Shadow si rigirò e continuò il suo cammino.

Sonic lo guardò prima allibito,poi con grande rimprovero.

Gli corse davanti e gli urlò in faccia a pugni stretti.

-Sei un idiota!Non ti interessa nulla se quel coso ci possa distruggere tutti?-

-No che non mi interessa!Per me non cambia nulla!Anzi sai che ti dico?Per me puoi morire subito!-

Shadow lo buttò a terra e gli mise un piede sulla fronte.

-Che damine ti sta succedendo in questi giorni?Sei più scontroso del solito!-

-Io sto benissimo!-

-C'è qualcosa che non va?A me puoi dirlo!-

Shadow lo lasciò andare mentre il riccio si scansò e balzò in piedi alla trampoliere.

Guardava il rivale con un occhio chiuso,con lo stesso rimprovero di prima.

-Sì,c'è qualcosa che non va-

Sonic sorrise fiero.Fiero di averlo convinto di parlare del suo problema.

-Ti ascolto-

-è un sogno,che mi tormenta...da questi giorni...ogni notte...non so come...-

Shadow si interruppe subito e guardò l'erba sotto di lui.

Infine sbattè gli occhi e se ne andò dall'altra direzione.

Sonic era incuriosito.Doveva assolutamente sapere che succedeva.

-E poi?-

-Poi?-

-"Non so come" non vuol dire niente:stavi finendo una frase!-

-Ti stavo raccontando il sogno,ma mi sono domandato cosa ti interessasse...lascia perdere Sonic-

Shadow non si voltò,non si fermò.

-A proposito,Shadow!-

Shadow si fermò.

Non si voltò nemmeno questa volta,guardò gli alberi e i loro rami intricarsi tra loro.

-Prima ti volevo dire che l'oggetto cadrà in un posto preciso,non si sa quando,a quanto mi ha detto Tails...-

-Basta,ancora questa storia?!-

-Lasciami parlare!-

Stavolta fu la voce di Sonic dominare nel silenzio.

-...quindi io e Tails ci chiedevamo,quando l'oggetto cadrà,se volevi venire con noi a vedere di che si trattava.-

Shadow continuò a guardare e a cercare di capire dove si intricavano i rami degli alberi.

Intanto un lampo rimbombò nel cielo mattutino.

-No-

Il riccio a velocità supersonica corse via nella foresta,mentre l'altro riccio lo guardò sparire all'interno.

Un altro lampo rimbombò in cielo.Le goccie di pioggia caddero fitte nel terreno.

-Che cocciutaggine...-

Sonic bisbigliò rassegnato,mentre le goccie di pioggia caddero sulla sua testa.

Così anche lui corse via a velocità supersonica,dall'altra direzione.

Intanto un altro lampo rimbombò nel cielo.









-Tails!-

Sonic bussò alla porta della casa di Tails.

C'era il diluvio fuori.

-Tails!Apri!-

Sonic bussò ancora,terribilmente impaziente.Aveva la testa bagnata e le goccie di pioggia scivolavano dai capelli mossi dal vento.

Finalmente la porta si aprì.

Davanti c'era una volpe dagli occhi azzuri,di bassa statura,con due code sventolanti.

-Entra dentro-

Sonic ascoltò la sua voce.Era più strana del solito.Più cupa,seria.Doveva essere successo qualcosa.

Entrò senza pensarci un attimo,sulle spine.

Seguì la volpe dirigersi di sopra,fino alla stanza dove svolgeva i suoi studi.

Era una stanza disordinata,piena di cartaccie,libri aperti a terra.

Tails si girò e lo guardò contento.

-C'è la bufera fuori,eh?-

-Tails?-

Sonic l'osservò.Era ancora sicuro che ci fosse qualcosa che non va.

-Che succede?Mi stai nascondendo qualcosa-

Sonic era severo,adesso.

Tails non era più contento.

-Non fingere-

Tails sospirò e si diresse al telescopio che era davanti alla finestra chiusa.

E si girò verso Sonic.

-Ho guardato ancora l'oggetto non indentificato,prima-

-Hai scoperto qualcosa?-

-Sì,non ho ancora scoperto di che si tratta e che intenzioni ha,ma ho fatto alcuni calcoli,e so quando atterrerà su Mobius-

Tails guardò il telescopiò e pulì la lente con cura.

Sonic era in silenzio che tratteneva il respiro.

Alla fine non ce la fece più.

-E quindi?Quando atterrerà?Tra qualche anno?Tra qualche millenio?-

-Sonic...-

Tails smise di pulire la lente.

-Sonic non c'è da scherzare in questo momento.Mentre dormiremo beatamente quello atterrerà stanotte,e te lo ripeto: non so che intenzioni avrà...-



Continua

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.