FanFiction Hana Yori Dango | MAGIA DI NATALE di FrancyChan | FanFiction Zone

 

  MAGIA DI NATALE

         

 

  

  

  

  

MAGIA DI NATALE ●●●○ (Letta 1201 volte)

di FrancyChan 

1 capitolo (conclusa) - 2 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaHana Yori Dango

Genere:

Romantico

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

Anche se in ritardo ho scritto questa one shot per augurarvi Buon Natale e buone feste!!


  

MAGIA DI NATALE







- Se penso che questo avrebbe potuto essere il primo Natale passato davvero insieme, senza aver paura di sua madre e dei suoi, mi viene ancora più da piangere! Invece devo mostrarmi allegra e spensierata come se nulla fosse per non ferire i miei amici, che hanno organizzato questo “party natalizio” per tirarmi su di morale…”-

Mentre Makino Tsukushi si perdeva in questi tristi pensieri, aveva cominciato a scendere una soffice neve che nel giro di mezz’ora aveva imbiancato le strade e i palazzi, rendendo tutto più pulito e tranquillo. L’unica cosa poco tranquilla in quel mare bianco era il cuore di Tsukushi, che si stringeva sempre più nel vedere l’ennesima coppietta felice che guardava una vetrina per un regalo dell’ultimo secondo o che parlava delle vacanze che avrebbero passato insieme.

Coppiette ovunque. Felici. Spensierate. Innamorate. Insieme.

-Dov’è Tsukasa???- Gridava quel cuore irrequieto. -Dov’è l’altra mia metà??-

Intanto la ragazza era arrivata alla stra mega villa di Hanazawa Rui, il suo unico conforto nella sua muta disperazione. Ferma davanti al cancello Makino cercava di recuperare un minimo di compostezza e tranquillità. Tirando un lungo sospiro si dipinse sul volto un sorrisone a trentadue denti ed entrò.

L’atrio era addobbato in modo sontuoso e proprio al centro di quella immensa sala troneggiava uno spettacoloso albero di Natale: niente a che vedere con i tre rami striminziti che la famiglia Makino aveva potuto permettersi e addobbare.

-Tsukushi-chan, Tsukushi-chan, sei arrivata finalmente!!- la raggiunse la voce della sua amica Sakurako, seguita da Shigeru.

-Si ragazze scusate il ritardo, ma ho festeggiato un po’con i miei- fu la prima scusa che le era venuta in mente al momento. Non le andava di confessare di esser stata davanti alla mansione Domyoji…

Entrate nel salone si diressero verso gli F3, tutti elegantemente vestiti: Akira sfoggiava la sua ultima conquista che a occhio e croce doveva avere sui 30 anni, Nishikado parlava fitto fitto con Yuki, cosa che preoccupava non poco Tsukushi, mentre Rui l’ammirava in silenzio.

La festa andò avanti e il gruppo di amici continuavano a ridere e scherzare, ma Makino sentiva una strana sensazione nel cuore: la solita tristezza, quella non l’abbandonava mai, ma anche qualcos’altro.

Non riusciva a identificare quella sensazione: un misto di speranza, conforto e…ritrovamento…?!? Com’era possibile?? Solo un’ora prima navigava in un mare di disperazione da cui neanche la presenza degli amici poteva risollevarla e adesso si sentiva così…frenetica??

Intanto erano cominciati i balli nell’attesa della mezzanotte e Rui le si avvicinò per chiederle di ballare con lui. Lei accettò, ma solo una parte minima del cervello registrò quello che stava accadendo, era troppo persa ad analizzare quella sensazione. Dopo Rui ballò con Nishikado e poi con Akira…ma il suo cervello era comunque da un’altra parte e il continuo chiacchiericcio degli amici, preoccupati per quel suo stato quasi di trance, non l’aiutava di certo, così si allontanò dal gruppo e raggiunse una vetrata.

La mezzanotte si avvicinava e più questa si avvicinava più Tsukushi si sentiva frenetica…



Doveva scappare…

Doveva correre via…

Lasciarsi tutto dietro…

Capire cosa fosse questa sensazione…



Andò avanti con questi pensieri fino a quando, come in un flash, l’immagine di un Domyoji coperto di neve davanti a casa sua non le attraversò la mente!!



-Devo andare!!! Lui è qui , mi sta aspettando!!-

In quel mentre arriva Rui, preoccupatissimo, “Makino si può sapere che succede??”

Quando finalmente poté guardarla in faccia quello che vide lo lasciò di stucco: lei era completamente rossa, gli occhi scintillanti tra l’euforico e…il folle!!...”lui è qui!”.

Presa da quella frenesia che adesso aveva un motivo cominciò a correre e a correre, inseguita da Rui che voleva capire. Finalmente riuscì raggiungerla e, afferratala per un braccio, la fece voltare: ”Tsukushi ma sei impazzita??”

“LASCIAMI ANDARE!!!! LUI è Lì E IO DEVO RAGGIUNGERLO, LO VUOI CAPIRE O NO???” e strattonando riuscì a liberarsi.



Correva…

Correva con le ali ai piedi finché non arrivò a casa.



E non vi trovò nessuno.

-Mi sono illusa. Che stupida!!-

Calde lacrime cominciarono a scorrerle sulle guance quasi congelate dal freddo, gli occhi chiusi per non vedere la realtà…

Ad un tratto due braccia la cinsero da dietro in una morsa ferrea, mentre un profumo a lei conosciuto la raggiunse.



-questo profumo…la sua colonia!!-



“ce ne hai messo di tempo ad arrivare” le disse quella voce che temeva di non risentire.

“Tsukasa…” non poté andare avanti…le lacrime continuavano a scorrerle copiose sulle guance, ma questa volta per la felicità.

“ Buon Natale…dov’è il mio regalo???”

“Baka!!!”



A Natale si è tutti più buoni, ma si sa: il lupo perde il pelo, ma non il vizio!



POCO SMIELOSO?? Per gli amanti dello smielo ecco un nuovo finale



“Tsukasa…” non poté andare avanti…le lacrime continuavano a scorrerle copiose sulle guance, ma questa volta per la felicità.

“Non potevo trascorrere il Natale lontano da te amore mio” e con un dolce bacio, che le scaldò il cuore, confermò le sue parole.





Lo so che è in ritardo, ma ho scritto questa storia per augurarvi Buon Natale!! Per favore commentate!! E fatemi sapere se preferite altri finali!! Baci!!





 

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.