FanFiction Trigun | Ti lascio tutto... mi raccomando! di Hikura | FanFiction Zone

 

  Ti lascio tutto... mi raccomando!

         

 

  

  

  

  

Ti lascio tutto... mi raccomando!   (Letta 887 volte)

di Hikura 

1 capitolo (conclusa) - 0 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaTrigun

Genere:

Non specificato

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo unico 

E se Vash morisse? Personaggi principali e/o coppie: Knives


  

Vivere è una condanna,un inferno.Chi l’avrebbe mai detto?Ma per te Vash,per te è stato detto molte volte.La tua vita è stata un inferno.Lo dicevano tutti,ma se fosse stato vero non saresti durato tanto.Era questo che pensavo. Tsè!Una condanna!No!Per quanto mi impegnassi non sono mai riuscito a fare della tua vita una condanna.Non è mai stato in mio potere.Eri tu….tu trasformavi la tua vita in quello che era:un lento,inesorabile scorrere di gocce,dall’alto verso il basso. Acqua.E’ una figura che ti si addice,Vash!Il tuo viso era spesso rigato dalle lacrime,tutte gocce,dall’alto verso il basso.Ma perché?Perché alla fine hai dovuto farlo proprio a me?Io non lo voglio.Il tuo dono,il tuo regalo,la tua condanna non mi serve. E’Inutile Vash,la tua vita,i tuoi scopi…tutto inutile. A che serve?Ancora oggi non riesco a spiegarmelo.Perché non hai accettato la tua diversità?Era lampante,Vash tu non sei umano.Non lo puoi cambiare.Nascondersi ogni volta in attesa che gli umani dimenticassero.No Vash,gli uomini non dimenticano,avresti dovuto impararlo ormai. E invece tu imperterrito continuavi a farlo:scomparivi e riapparivi…scomparivi e…e riapparivi.

Vash tu non sei come loro,tu sei come me ma…non era così che doveva andare!Per tutta la mia esistenza ho sempre pensato alla fine:certo,li avrei distrutti tutti,tutti quanti e tu…tu l’avresti fatto con me. Insieme. Come fratelli!Quegli stupidi e inetti non meritavano di vivere,la vita è per chi sa guadagnarsela,per chi sa difenderla e rispettarla.Simili autodistruttori non la meritano e non meritano la vita così come qualsiasi altra cosa.Dovevi capirlo Vash.Non era difficile,era….era naturale.Rientrava nell’ordine delle cose. E poi,ogni giorno,tu che ti portavi dietro un tale numero di ferite,di cicatrici inferte da quei mostri,quegli stupidi insetti mostruosi che non sanno fare altro se non distruggere. L’avresti dovuto capire.Non puoi salvare chi non vuol essere salvato. O il ragno o la farfalla.E’ naturale.Ma no…non è colpa tua,sì la colpa è di Rem. Quella stupida che ti ha insinuato nella testa questi dubbi,questi stupidi stupidi dubbi!Ti ha fatto credere che potevi salvare tutti,ti ha fatto credere di poter sottrarre la farfalla al ragno senza nuocere a nessuno.Ma non è vero,Vash!Non è vero!E poi io ho tentato,disperatamente ho tentato di farti capire…Vash o il ragno,o la farfalla….o il ragno…o la farfalla.

No,la tua vita non era una condanna.Era solo un’eterna ma sfuggevole illusione,un panno che ogni volta che tentavo di toglierti dagli occhi,li faceva traboccare di lacrime. Sì,la verità credo ti facesse piangere.Forse era per questo che piangevi sempre. No,non era la verità,non era la realtà,era l’illusione,quella terribile illusione insistente che ti faceva vivere in quel modo assurdo. Vash,io ho tentato ma…non è giusto!Tu non dovevi,non dovevi permetterti di farmi una cosa del genere.Io sono tuo fratello,tu sei uguale a me perché siamo fatti dello stesso sangue,della stessa carne:noi siamo uguali.

Dannato!!!E adesso…cosa posso fare io?Non avresti dovuto permetterti,dannato stolto!!!Non doveva andare così…trascinarmi nell’abisso con te!

Hai preferito l’abisso alla più alta vetta immaginabile,e mi hai voluto al tuo fianco…ma io…io Vash non ho quel panno,quel maledetto panno davanti agli occhi.Io vedo tutto distintamente.Vedo l’indifferenza,vedo il disprezzo,l’odio,la sofferenza.La mia vita,sì,è la mia vita,ora,ad essere un inferno,perché io Vash non sono come te. E neanche se lo fossi mi basterebbe.Dovrei essere te,ed io non sono te,ma ora non sono neppure me.

Che hai fatto Vash?Stupido Vash,che cosa hai fatto?Non sarebbe stato meglio che tu avessi capito?Perché non hai voluto venire con me,vivere con me e come me?Ma d’altronde,eh,avrei dovuto aspettarmelo da te.Avrei dovuto capire che non avresti lasciato questo stupido ed insignificante pianeta nelle mani di chi,come me,avrebbe saputo cosa farne. No,tu Vash,che sembri sempre così colto alla sprovvista,tu non sei uno stupido. E non lo sei proprio perché io non lo sono.Ma nonostante tutto perché hai scelto me,proprio me?Mi hai abbandonato lasciandomi soltanto l’illusione di aver ottenuto ciò che volevo,che velava la verità. Quest’odiosa verità insopportabile….“Ti lascio tutto…mi raccomando!”

No,io non ce la faccio,non posso continuare,avresti dovuto saperlo. E poi per Rem,non avresti dovuto calpestare la mia volontà per quella stupida!Per Rem!Cosa avrà mai avuto quella ragazza di così allettante per te,non me lo spiegherò mai,ed è anche per questo che non avresti dovuto. Rem…l’avrei lasciata vivere per te,solo per te.E’ stata lei e decidere di abbandonarti,ad uccidersi,non io,non io Vash!!!Perché tutto questo proprio a me?Perché?





Ho deciso.

Vash io morirò oggi.Ti lascerò il posto.Ti lascerò quest’odiosa vita,questa vita che mi hai donato e che ora ti restituisco.Questa vita che hai già consacrato alla salvezza degli uomini e che non mi è concesso di vivere in altra maniera.Te la lascio!A me non serve,è tutto inutile.

Non potevi pretendere una cosa del genere da me.Salvare il genere umano. No,Vash,non da me.Sarai tu a vivere questa vita,tu con quel tuo stupido panno sugli occhi e la figura di Rem nella testa.Non ti lascerò certo la vittoria così facilmente. Morire,tornare da Rem per sempre e oltre tutto pretendere che io viva al tuo posto?No,questa è una vittoria che non ti concedo.Tu tornerai a vivere,tornerai alla dura realtà e vivrai,vivrai in eterno tentando disperatamente di ritrovare quello stupido sentimento che tu chiami amore. Amore. Se l’avessi capito prima che non potevi considerare l’intera umanità come la tua famiglia,se l’avessi capito prima che io,solo e soltanto io,potevo colmare quel vuoto che sentivi nel cuore,forse non saremmo giunti fino a questo punto.Il tuo cuore. Certo,l’ ho riempito il tuo cuore più che ho potuto.Ma più cercavo di ricolmarlo di odio verso gli uomini e amore verso di me,più accadeva il contrario. E allora goditelo!!Goditi quest’amore tanto a lungo ricercato e protetto.Goditi questo sentimento che hai buttato a coloro che non sapranno mai farne tesoro e che sei destinato a vedere morire giorno dopo giorno.Io Vash,seppure in questo petto sento battere il tuo cuore,non ho amore da buttar via in questo modo….So già cosa mi diresti:“E’ la tua testa Knives,che sigilla il tuo cuore!”

Non hai mai capito nulla di me,forse non ti ci sei mai impegnato molto. Ebbene,questa è la fine.Ormai niente è più un mio problema.Ti lascio tutto Vash…mi raccomando!

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.