FanFiction Black Cat | Sweepers Sisters di Semachan | FanFiction Zone

 

  Sweepers Sisters

         

 

  

  

  

  

Sweepers Sisters ●●●●○ (Letta 1297 volte)

di Semachan 

9 capitoli (in corso) - 6 commenti - 0 seguaci - Per tutti

    

 

Sezione:

Anime e MangaBlack Cat

Genere:

Avventura - Altro

Annotazioni:

Nessuna

Protagonisti:

Non indicati

Coppie:

Non indicate

 

 

              

  


  

 Capitolo 8 

 


  

CAPITOLO 8: E’ PERICOLOSO!!!

Sarah: Buongiorno!
Scarlet: Ciao! Stamattina colazione da sole?
Sarah: no…gli altri sono un po’ in ritardo ma arrivano
Train entrò barcollando per il sonno
Train: ‘giorno….YAAAAAAAWN!
Sarah: …ehi guarda che ci si mette la mano davanti alla bocca quando si sbadiglia =___=
In quel momento arrivarono anche Eve e Sven
Sven: buongiorno ragazze! Scusate il ritardo
Sarah: non preoccuparti…ah! scendo un attimo a vedere se c’è posta…sto aspettando una lettera…
Scarlet: Ok…io intanto metto su il tè…
Sven: Sarah ma vai da sola?
Sarah: sì…perché? Non credo ci voglia la scorta per andare a prendere la posta, in fondo sono solo due rampe di scale…
Sven: e se passasse un malintenzionato mentre stai prendendo la posta?
Sarah: ma sono le sei del mattino….chi vuoi che ci sia in giro…
Sven: ancora peggio! Malintenzionato e ubriaco dalla sera prima!
Eve: =___=
Sarah: Ma sei te ubriaco da ieri =____=
Infischiandosene di Sven, che continuava a vaneggiare di possibili pericoli nascosti negli angoli bui del pianerottolo, tra cui i cloni dell’Uomo Ragno e di Rat-man, Sarah andò a ritirare la posta.
Sarah: Sven sei un cretino…
Sven: cos’ho fatto?
Sarah: l’unico pericolo che ho incontrato è stata quell’adorabile vecchietta che abita sopra di noi e che mi ha offerto un piatto di fichi…
Sven: NON MANGIARLI! …potrebbero essere avvelenati!
Sarah: =_______=’’’’’ ma allora sei cretino davvero….
Sven: quando starai male per il veleno non venirmi a cercare…
Eve: Sarah posso?
Chiese Eve mostrando il martellone di nanomacchine che aveva appena creato.
Sarah: non è che puoi…DEVI!
Sven perse i sensi per la colossale mazzata datagli da Eve. La colazione continuò senza ulteriori intoppi…
Sarah: ah! Scarlet, c’era questo biglietto per te nella posta…
Scarlet: fa vedere…
Sarah le passò il biglietto, seguì un momento di silenzio, mentre Scarlet leggeva.
Scarlet: che uomo di me**a!
Sarah: che succede?
Scarlet: senti qua: “Buongiorno ragazzina! Come ci si sente a essere senza soldi? Scommetto che ora vorresti uccidermi vero?” seguono battutine sceme e la spiegazione di come arrivare in un certo luogo; dice che ci devo andare oggi pomeriggio e conclude dicendo di farmi accompagnare da un adulto perché sono troppo piccola =__=…io lo ammazzo…
Sarah: certo che per essere un assassino sembra proprio un cretino =____=
Scarlet: Non immagini quanto mi faccia girare le scatole…
Sarah: ma non puoi lasciarlo perdere…? In fondo ci sono un sacco di criminali con una taglia alta sulla testa…
Scarlet: non ci penso neanche! Ormai è una questione di principio!
Sarah: e te pareva…=____=

Quel pomeriggio Eve sfidò di nuovo Train ad una gara, i due uscirono molto presto senza avvertire Sven, che avrebbe sicuramente tentato di fermarli…
Sven: Dove sono Eve e Train?
Sarah: non so…saranno andati a fare un giro…
Sven: quei due? Insieme? Figuriamoci! Non ci credo neanche se li vedo!
Sarah: uomo di poca fede…=___=
Sven: è che li conosco bene…soprattutto Eve…
Sarah: non preoccuparti…saranno usciti a fare due passi…
Sven: e tua sorella?
Sarah: è andata a giocare alla caccia al tesoro con l’assassino per recuperare il suo portafoglio…
Sven: ma è pericoloso!
Sarah: esiste nella tua mente qualcosa che non reputi pericoloso???
Sven: siete voi che siete degli incoscienti!
Sarah: cosa ci sarà mai di pericoloso nell’andare a ritirare la posta alle sei del mattino, lo sai solo te…
Mentre diceva questo, Sarah, si accingeva a lavare le posate…
Sven: ecco anche adesso!!
Sarah: eh? Cosa?
Sven: guardi me ma lavi i coltelli! È pericoloso! potresti tagliarti!
Sarah: eh ma come sei paranoico però...OPS MI STA SCIVOLANDO!
La ragazza fece finta di far scivolare il coltello per prendere in giro Sven
Sven: lo so che stai scherzando ma è comunque pericoloso!
Sarah: certo che sei fissato…
Sven: vedrai che un giorno ti farai male!
Sarah: sì ma non portare sfiga però!
Sven continuò a brontolare mentre la ragazza finiva di lavare i piatti e faceva le pulizie. Mentre lavava il pavimento, Sarah rovesciò dell’acqua e, ovviamente, non essendosene accorta, ci scivolò sopra…ma Sven, prontamente, la prese al volo a pochi centimetri da terra…
Sarah: …ehm…grazie…O////O
Sven: …ecco…visto…te l’avevo detto che era pericoloso c////////////c
Sarah: scemo…>/////

     


                     





E' possibile inserire un nuovo commento solo dopo aver effettuato il Login al sito.